Sicurezza

RAC, Operazione Grano Sicuro, sequestri per mille tonnellate al mese

RAC, Operazione Grano Sicuro, sequestri per mille tonnellate al mese

Comando Tutela Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri, operazione ‘Grano sicuro’. I sequestri di grano duro fuorilegge procedono al ritmo di 1.000 tonnellate al mese, 3 mila ton nel primo trimestre 2019. Controlli senza tregua.

Operazione ‘Grano sicuro’, i 5 RAC in azione

L’11.4.19 i militari del RAC (Reparto Agroalimentare dei Carabinieri) di Messina, al fianco dell’Arma e della ASL locale, hanno sequestrato 436 tonnellate di grano in provincia di Caltanissetta. 90mila euro di frumento stoccato fuorilegge, tra escrementi e volatili. Sanzioni amministrative per diverse migliaia di euro e contestazione di reato al grossista di granaglie.

Le indagini condotte nell’operazione ‘Grano Sicuro’ mostrano il riproporsi di uno scenario di grave illegalità, già emerso in precedenti ispezioni. La mancata registrazione dei magazzini presso l’autorità sanitaria – oltre a costituire violazione della norma a base del ‘Pacchetto Igiene’ – impedisce la rintracciabilità degli alimenti. A ciò si aggiungono le carenze strutturali dei requisiti igienico-sanitari.

Le operazioni vengono portate avanti dai militari attivi nei 5 RAC dislocati sul territorio italiano (Torino, Parma, Roma, Salerno e Messina). Nell’ambito delle attività straordinarie programmate per potenziare i controlli nell’agroalimentare. L’attuale focus sul comparto cerealicolo, tra gennaio e metà aprile 2019, ha consentito agli operativi dell’Arma di sequestrare 2.962 tonnellate di granaglie.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.