Dieta Mediterranea

Dieta mediterranea studio Cambridge

Dieta mediterranea studio Cambridge

Dieta mediterranea, studio della Cambridge University contro il rischio cardiovascolare

La dieta mediterraea secondo uno studio della Università di Cambridge è consigliata anche in Uk, Regno Unito, paese estraneo a questa tradizione alimentare. Il lavoro, pubblicato su Bmc Medicine, mostra che seguirla aiuta a ridurre dell’11% il rischio cardiovascolare.

I ricercatori di Cambridge hanno rilevato per la prima volta gli effetti della dieta mediterranea sulla popolazione britannica. Hanno osservato 23.902 individui sani, monitorandone le preferenze alimentari e l’aderenza alla dieta mediterranea. Al termine dei tre lustri di lavoro, hanno contato 7.606 epidosi di danno cardiovascolare e 1.714 casi di morte. Concludendo che il 3,9% degli eventi, l’8,5% di ictus e il 12,5% di mortalità si sarebbe potuto evitare, seguendo con maggiore coerenza la dieta mediterranea.

In UK ogni anno si verificano 155mila morti per malattia cardiovascolare, più di un quarto dei decessi totali. L’introduzione di modifiche quali diminuire il consumo di grassi saturi e aumentare frutta e verdura, primo passo per avvicinare le abitudini a tavola dei britannici allo stile mediterraneo, potrebbe rappresentare la chiave per la prevenzione. E per controllare i costi sanitari correlati, stimati in 12,5 miliardi di euro annui.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento