Pizza

Pizza bianca alla romana

Pizza bianca alla romana

Pizza bianca alla romana da forno, tradizione eterna

La pizza bianca alla romana è una specialità della Capitale, riconoscibile da caratteristiche uniche. Ben diversa dalla focaccia toscana o dalla fugassa genovese, ha un aspetto asciutto. La pasta è ricca di bolle e in superficie presenta una piccola quantità di sale grosso e piccoli avvallamenti nei quali confluisce l’olio extravergine di oliva con il quale la pizza è condita a fine cottura.

Pizza bianca alla romana, un prodotto da forno

Chi si trovasse a Roma in cerca della pizza bianca alla romana deve rivolgersi alle panetterie, non alle pizzerie al taglio. È nei forni, dove si prepara il pane, che nasce questa prelibatezza, poi consegnata nelle botteghe assieme a panini e filoni. Il momento ideale per gustarla è la prima metà della mattinata, quando la fragranza è ancora intatta.

Da mangiare tal quale o farcita

Nei negozi che vendono pane e prodotti di salumeria (noti a Roma come ‘alimentari’) la pizza bianca alla romana è esposta, assieme al pane, spesso già tagliata in rettangoli da circa 100 grammi affastellati uno sull’altro. Scelto il pezzo che si preferisce (sottile o alto, più o meno cotto), si può gustare tal quale o farla farcire, per esempio con la mortadella.