Idee

Filippo Antonio De Cecco, nuove ombre su legami con la magistratura, origine grano e bilancio 2020

Filippo Antonio De Cecco, nuove ombre su legami con la magistratura, origine grano e bilancio 2020

L’oscura epopea di Filippo Antonio De Cecco prosegue con nuovi episodi che ancora una volta riguardano i legami con la magistratura in Abruzzo, l’origine del grano e il bilancio 2020.

1) LEGAMI CON LA MAGISTRATURA

Festa di battesimo alla figlia del PM

Andrea Di Giovanni, sostituto procuratore alla Procura di Pescara, ha organizzato la festa di battesimo della propria figlia sabato 18.9.21 alle ore 20:30. Il prestigioso ricevimento si è tenuto nel ristorante ‘Cafè Les Paillotes’, una stella Michelin, sul Lido delle Sirene a Pescara.

invito battesimo

Filippo Antonio De Cecco – oltre a essere il proprietario del citato ristorante di cui sopra – è la persona offesa in un procedimento penale le cui indagini sono affidate, combinazione, al sostituto procuratore Andrea Di Giovanni. Senza vergogna (1,2).

Legittimo sospetto

In teoria, basterebbe accertare uno sconto inusuale sul numero dei coperti o le prestazioni offerte al banchetto per ipotizzare il delitto di corruzione in atti giudiziari. Il termine per l’emissione della ricevuta da parte del ristorante è ormai scaduto e il materiale per le indagini – tra inviti, testimoni e fotografie – non manca di certo. Manca forse la volontà, in questo come in altri casi già invano segnalati. (1)

‘In magistratura c’è un problema di corruzione… Possiamo parlare del 6-7%, non di più… Grave, terribile, inimmaginabile, impensabile, anche perché guadagniamo bene. Io guadagno 7.200 euro al mese, si vive bene, quindi non c’è giustificazione, non è uno stato di necessità, non è il tizio che va a rubare al supermercato per fame. Si tratta di ingordigia’ (Nicola Gratteri. V. nota 2).

La circostanza che il PM Andrea Di Giovanni – nel fare propri i teoremi accusatori del signor Filippo Antonio De Cecco – abbia attivato indagini su reati propri di alcune figure professionali nei confronti di soggetti sprovvisti dei relativi requisiti merita a sua volta considerazione da parte di chi di dovere. E se invece risultasse tutto in ordine, la storia del ricevimento – di valore cospicuo, oltreché pianificato – costituirebbe comunque un illecito disciplinare. (3)

2) ORIGINE GRANO

California e Arizona, rigurgiti di frode in commercio

‘Selezioniamo i migliori grani duri italiani, californiani e dell’Arizona perché le caratteristiche di eccellenza non si trovano in una sola varietà di grano.
I nostri esperti selezionano le materie prime toccando con mano la qualità dei grani duri italiani, californiani e dell’Arizona. Lo fanno quando il raccolto è ancora nei campi, prima di essere inviato al Molino di Fara San Martino.’ (4)

de cecco

Il sito web e i social network gestiti da De Cecco ancor oggi rigurgitano i residui delle false dichiarazioni all’Antitrust e della frode in commercio tuttora impunita. Il GIP presso il Tribunale di Chieti Luca De Ninis, in oltre 7 mesi dall’udienza, non ha ancora sciolto la riserva sulla vergognosa richiesta di archiviazione del sostituto procuratore Giuseppe Falasca per una frode in commercio ampiamente documentata (5,6).

Migliori grani italiani e del mondo’?

L’Antitrust a sua volta sembra aver voltato pagina rispetto alle frodi e pubblicità ingannevoli sull’origine del grano utilizzato nella pasta di Filippo Antonio De Cecco. Sebbene, come già dimostrato, costui abbia deliberatamente violato gli impegni assunti nei confronti dell’AGCM e continui a divulgare le menzogne richiamate nel precedente paragrafo.

Il fiume che fa affondare il vaso riguarda ora l’etichettatura e pubblicità de ‘i migliori grani italiani e del mondo’. Ingannevole in re ipsa, laddove la provenienza Italia viene anteposta a quella del ‘resto del mondo’, senza neppure citare la sua quota percentuale. Come invece doveroso, applicandosi anche a tale ipotesi la regola del QUID (Quantitative Ingredient Declaration).

Qualità e provenienza grano, alcuni dubbi

Su qualità e provenienza del grano acquistato dai gregari di Filippo Antonio De Cecco si possono solo esprimere alcuni dubbi. Anzitutto non si può credere che gli ‘esperti’ abbiano ‘toccato con mano’ la qualità delle 25 mila tonnellate di grano – di proprietà De Cecco – che si trovava sulla nave Sagittarius e non è stato neppure autorizzato allo sbarco, a marzo 2021, per la gravità dei livelli di contaminazione. (7)

I precedenti non indicano, del resto, un particolare favore verso gli acquisti di grano italiano. Una mail 30.1.20 del direttore acquisti Mario Aruffo al presidente Filippo Antonio De Cecco, ad esempio, proponeva di variare una miscela dal 10 al 20% di frumento italiano (salvo poi falsificare come pugliese 5 mila t di grano francese), solo a causa del ritardo di un carico dagli USA.

Rimane poi il dubbio sulle quantità di semola acquistata presso il leader europeo di settore, invece del grano da macinare ‘a grana grossa’ come promesso in pubblicità. Gli atti delle indagini di Chieti offrono solo alcuni indizi e non risulta tuttavia che alcuna autorità abbia eseguito, su tali presupposti, le doverose indagini in merito agli acquisti di semola.

3) BILANCIO AL 31.12.20

Bilancio 2020, il rigetto nascosto

Il presidente del collegio sindacale Simonetta Conti – nella propria email 16.3.21 agli azionisti di F.lli De Cecco-Fara San Martino S.p.A. – riscontrava la loro disapprovazione sia del bilancio chiuso al 31.12.20, sia dell’acquisto di una quota (10,39%) della controllata Molino e Pastificio De Cecco S.p.A. Impegnando il collegio a verificare i fatti e gli atti contestati.

Risultano perciò falsi sia il bilancio 2020 pubblicato sul sito web di De Cecco, sia la relazione a bilancio di Ernst & Young. Laddove, alla voce ‘altre questioni’, si fa riferimento a una precedente relazione del revisore del 24 febbraio 2021 che avrebbe espresso un giudizio senza riserve. Tacendo invece sulla bocciatura della prima bozza di bilancio.

Fatti successivi alla chiusura

Il bilancio 2020 non riporta alcunché, nella sezione ‘Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio’, riguardo all’evento Sagittarius. La nave approdata al porto di Bari l’8.3.21 – con un carico di 25.000 t di grano duro USA di proprietà De Cecco – e rimasta all’ancora in rada fino al 2.5.21, quando è salpata con rotta Dubai.

F.lli De Cecco-Fara San Martino S.p.A. ha pagato il nolo e la controstallia, per centinaia di migliaia di euro. Oltre a perdere gran parte del valore di 25 mila t di grano Arizona (circa 11 milioni di euro), inadatto al consumo umano. L’entità del danno era nota già prima dell’approvazione del bilancio, ma l’evento non è nemmeno accennato. Banche, creditori e obbligazionisti sono stati perciò tenuti all’oscuro, in barba alle regole contabili (OIC 29).

Dario Dongo

Note

(1) Dario Dongo. Filippo Antonio De Cecco e i misteri della giustizia italiana. GIFT (Great Italian Food Trade). 10.8.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/mercati/filippo-antonio-de-cecco-e-i-misteri-della-giustizia-italiana

(2) Valter Vecellio. Il procuratore Gratteri ha detto che 400 magistrati sono corrotti. Ho atteso tre mesi, possibile che nessuno voglia vederci chiaro? Italia Oggi. 19.5.20, https://www.italiaoggi.it/amp/news/il-procuratore-gratteri-ha-detto-che-400-magistrati-sono-corrotti-ho-atteso-tre-mesi-possibile-che-nessuno-2447412

(3) D.lgs. 109/06 e successive modifiche. Disciplina degli illeciti disciplinari dei magistrati, delle relative sanzioni e della procedura per la loro applicabilità, nonché modifica della disciplina in tema di incompatibilità, dispensa dal servizio e trasferimento di ufficio dei magistrati. V. articolo 3.1. Testo aggiornato al 22.7.15 su Normattiva, https://bit.ly/3kAiyak

(4) De Cecco. Il nostro Metodo. https://www.dececco.com/it_it/il-nostro-metodo/#La-Selezione. Accesso eseguito il 14.11.21

(5) Dario Dongo. Filippo Antonio De Cecco, maxi-frode sull’origine del grano. La parola al GIP di Chieti. GIFT (Great Italian Food Trade). 8.4.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/filippo-antonio-de-cecco-maxi-frode-sull-origine-del-grano-la-parola-al-gip-di-chieti

(6) Dario Dongo. Spaghetti western all’abruzzese. Il pastatrac del signor De Cecco. GIFT (Great Italian Food Trade). 26.2.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/spaghetti-western-all-abruzzese-il-pastatrac-del-signor-de-cecco

(7) Filippo Antonio De Cecco, altri guai dagli USA all’Italia. GIFT (Great Italian Food Trade). 29.4.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/filippo-antonio-de-cecco-altri-guai-dagli-usa-all-italia

Informazioni sull'autore