Vino Spumante

Spumante italiano

Spumante italiano

Spumante italiano. Le Bollicine Made in Italy volano all’estero

Lo Spumante italiano conquista sempre più appassionati all’estero. Secondo Wine Monitor, che in occasione dell’appuntamento con i brindisi di fine anno pubblica i dati sulle vendite degli sparkling italiani, il 2016 si chiuderà con un incremento record dell’export pari a 1,2 miliardi di euro. Al contrario, la Francia pare attestarsi sui 2,7 miliardi, in leggera flessione (-1%) rispetto al 2015, mentre la Spagna a 415 milioni di euro (-3%).

Il Prosecco italiano – la superstar dello Spumante italiano – guida il positivo andamento dell’export italiano, a differenza di quanto accade al più blasonato Champagne francese, che invece chiude l’anno con gli stessi valori di export del 2015 (o giù di lì, con una riduzione a cavallo dell’1%), così pure lo spagnolo Cava, che perde il 3%.

Tra i maggiori acquirenti di vino spumante italiano svetta il Regno Unito, dove le importazioni crescono di oltre il 38%. Bene anche gli Stati Uniti: le importazioni di sparkling salgono dell’11%, con gli italiani a rappresentare circa un terzo della quota. Andamento simile in Canada (+9% l’import totale, +20% quello italiano), in Svizzera e in Germania. 

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento