Vino italiano

Franciacorta, un Laboratorio Enologico

Franciacorta, un Laboratorio Enologico

La Franciacorta è una zona collinare che dista circa 100 chilometri da Milano. È situata tra Brescia e l’estremità sud del Lago d’Iseo ad est, il fiume Oglio a ovest ed è delimitata a nord dalle colline moreniche e dalle Alpi Retiche. Si estende sulla superficie di ventuno comuni, in un territorio anticamente ricco di boschi. Al confine meridionale della Franciacorta è situato il Monte Orfano.

Il nome Franciacorta

L’origine del nome Franciacorta non è certa. La definizione geografica risale al 1429 quando vengono delimitati i confini del territorio, che ancor oggi coincidono con quelli previsti dal Disciplinare di produzione dei vini, cominciata in quest’area già nel XVI secolo. Alla fine degli anni ‘50 del novecento iniziano ad essere messe a frutto le potenzialità del territorio con la realizzazione di vini per la spumantizzazione. Successivamente imprenditori e manager cominciarono ad acquistare terreni facendo del territorio della Franciacorta un vero e proprio laboratorio enologico.
Questo gruppo di pionieri ebbe il merito di investire sul miglioramento della qualità. Dai 50 ettari iniziali si passò rapidamente a 550 e le vendite di Pinot di Franciacorta superarono il milione di bottiglie. Nel 1990 venne costituito il Consorzio volontario e a seguire il Franciacorta ottenne la DOCG.