Sicurezza

OpenFoodTox, la banca dati EFSA sulle sostanze chimiche in alimenti e mangimi

OpenFoodTox, la banca dati EFSA sulle sostanze chimiche in alimenti e mangimi

Il database OpenFoodTox di EFSA continua a crescere. L’ultimo aggiornamento pubblicato il 13.7.21 dall’Authority europea per la sicurezza alimentare riferisce la raccolta di dati su 5.500 sostanze chimiche potenzialmente presenti in alimenti e mangimi.

OpenFoodTox, l’analisi di 5.500 sostanze chimiche

Le sostanze chimiche catalogate attengono a 5 categorie

– ingredienti alimentari (2.650),

pesticidi (1.250),

– mangimi (850),

– contaminanti ambientali (400),

materiali a contatto con gli alimenti (MOCA o FCM, Food Contact Materials).

Tutti i pareri scientifici

Ogni sostanza chimica può essere ricercata nell’archivio OpenFoodTox per nome, nome comune (in inglese) e numero CAS. Ne emerge una scheda che raccoglie i pareri scientifici – ormai 2.200 – pubblicati da EFSA sin dalla sua costituzione, nel 2002, sulla base di oltre 11.400 studi tossicologici.

Tutte le pronunce di EFSA sono accompagnate dalla normativa che l’ha richiesta e dal DOI (Document Object Identifier) mediante il quale rintracciarne il testo in un clic.

Vengono inoltre riferiti come punti di riferimento i valori di NOAEL (No observed adverse effect level), BMDL (benchmark dose limits), LD50 (lethal doses concentrations) e i valori guida come la dose giornaliera accettabile/tollerabile (ADI/TDI) e il limite di concentrazione senza effetti sull’ambiente (PNEC).

Uno strumento di conoscenza condivisa

OpenFoodTox è concepito come strumento e una fonte di informazioni per gli organismi consultivi scientifici e le parti interessate interessate alla valutazione del rischio chimico.

Il database è accessibile a chiunque a questo link.

Informazioni sull'autore