HomeSicurezzaMucca pazza in Canada. Cina, Corea del Sud e Filippine bloccano le...

Mucca pazza in Canada. Cina, Corea del Sud e Filippine bloccano le importazioni

Un focolaio di BSE – encefalopatia bovina spongiforme, nota anche come mad cow disease, morbo della mucca pazza – ad Alberta, Canada, ha innescato il blocco alle importazioni delle carni bovine canadesi in Cina, Corea del Sud e Filippine. (1)

Mucca pazza in Canada, il ritorno

Il 6.12.21 – sei mesi dopo che l’Organizzazione Mondiale per la Salute Animale (OIE) aveva dichiarato il Canada come Paese a ‘rischio trascurabile’ di BSE (2) – un veterinario canadese ha notificato la sua diagnosi su una bovina matura (8,5 anni). E il 16.12.21 il laboratorio di Lethbridge della Canadian Food Inspection Agency (CFIA), centro di riferimento OIE per Bovine Spongiform Encephalopathy, ha confermato la presenza di una variante atipica (tipo H) della BSE. (3)

L’11.2.15 era stato registrato l’ultimo episodio di BSE in Canada. Dopo la più grave ‘crisi della mucca pazza’, esplosa a seguito di un singolo caso ad Alberta, il 20.3.03. I blocchi alle importazioni di carni bovine canadesi in 40 mercati causarono un danno stimato tra i 4,9 e i 5,5 miliardi di dollari. E il Paese, che nel 2002 era il terzo al mondo nell’export di carni bovine, è scivolato in 20 anni all’ottava posizione. Ma la lezione di allora non sembra essere bastata. (4)

Carni bovine dal Canada, blocchi alle importazioni

La Cina, che importa carni bovine dal Canada per circa 170 milioni di dollari all’anno – ha stabilito il blocco delle importazioni. Così pure la Corea del Sud e le Filippine, che importano tali derrate per 90 e 13 milioni di dollari l’anno (fonte Canadian Cattlemen’s Association, CCA).

Altri grandi mercati di sbocco – come USA, Giappone, Messico e Vietnam – non hanno invece introdotto, finora, alcuna restrizione. E l’associazione dei produttori canadesi di carni confida di poterli convincere a non procedere in questa direzione, in ragione del fatto che il genotipo di BSE identificato è una variante atipica.

BSE, la variante atipica

La variante atipica di BSE rilevata in Canada, tipo H, è la stessa identificata in alcuni allevamenti in Brasile nel 2021. (5) I canadesi oggi, come i brasiliani ieri, dichiarano che essa non è causata dalla somministrazione ai bovini di farine animali e che non è trasmissibile all’uomo attraverso il consumo delle carni di animali infetti. La letteratura scientifica non esprime tuttavia altrettanta certezza, evidenziando al contrario la necessità di approfondire gli studi.

Un recente studio sperimentale (Moreno et al., 2020) ha dimostrato infatti come i prioni atipici di BSE tipo H e tipo L, inoculati a topi transgenici di tipo pecora-PrP e successivamente a topi transgenici umani-PrP, ‘hanno mostrato una modifica della loro capacità zoonotica dopo l’adattamento alla pecora-PrP producendo agenti in grado di infettare TgMet129 e TgVal129, con caratteristiche che li rendono indistinguibili dai prioni sporadici della malattia di Creutzfeldt-Jakob’. (6)

Zootecnia d’oltreoceano

La zootecnia d’oltreoceano continua ad alimentare serie preoccupazioni. La gestione degli allevamenti – ispirata all’esasperazione delle rese e l’abbattimento dei costi – in Canada comprende l’uso delle farine animali nei mangimi, che in Europa è stato vietato proprio a seguito della crisi di mucca pazza due decenni or sono. (7)

Clonazione senza regole né tracciabilità, ormoni della crescita e anabolizzanti, dai cortisonici ai beta-agonisti (es. ractopamina), consentono agli allevatori del continente americano – Canada, USA, Argentina, Brasile, etc. – di immettere sui mercati internazionali enormi quantitativi di carni che tuttavia non offrono standard equivalenti a quelli europei.

Consumatori all’oscuro

La BSE è una malattia neurodegenerativa incurabile. Gli esseri umani che consumano carne infetta possono contrarre la variante della malattia di Creutzfeldt-Jakob (vCJD) che attacca progressivamente il cervello, può rimanere latente per decenni e in alcuni casi sviluppare sintomi gravi, fino al decesso.

I controlli pubblici veterinari, in Italia più che altrove, sono efficaci ed efficienti. Ma non si può accettare che i consumatori rimangano all’oscuro sull’origine delle carni vendute sotto forma di prodotti a base di carne (es. bresaola), preparazioni (es. hamburger) e di quelle servite dalle collettività (es. pubblici esercizi, mense).

Origine carni

La Commissione europea non ha intenzione di estendere l’indicazione obbligatoria di origine delle carni ai casi citati nel precedente paragrafo, come si è visto.

Il legislatore italiano può invece seguire le orme di quello francese, che da parecchi anni ormai ha introdotto con successo i doveri di:

– indicare in etichetta l’origine delle carni usate come ingredienti di altri prodotti (es. salumi, piatti pronti, ragù),

– dichiarare l’origine delle carni al ristorante, come il Consorzio Italia Zootecnica e Great Italian Food Trade chiedono da anni.

Dario Dongo

Note

(1) Rod Nickel. China, Philippines suspend beef imports from Canada after BSE case. Reuters. 10.1.21, https://www.reuters.com/markets/commodities/china-philippines-suspend-beef-imports-canada-after-bse-case-2022-01-10/

(2) Government of Canada. World Organisation for Animal Health (OIE) BSE Risk Categorization. Update 16.12.21https://bit.ly/3h414RQ

(3) Greg Henderson. Canada Reports First BSE Case In Six Years. Drovers. 23.12.21, https://www.drovers.com/news/industry/canada-reports-first-bse-case-six-years

(4) Quimby AE, Shamy MC. The Canadian Management of Bovine Spongiform Encephalopathy in Historical and Scientific Perspective, 1990-2014. (2015). Can J Neurol Sci. 2015 Nov;42(6):472-81. doi: 10.1017/cjn.2015.286

(5) Dario Dongo. Mucca pazza in Brasile, blocco all’export in Cina. GIFT (Great Italian Food Trade). 5.9.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/mucca-pazza-in-brasile-blocco-all-export-in-cina

(6) Marín-Moreno A, Huor A, Espinosa JC, Douet JY, Aguilar-Calvo P, Aron N, Píquer J, Lugan S, Lorenzo P, Tillier C, Cassard H, Andreoletti O, Torres JM. (2020). Radical Change in Zoonotic Abilities of Atypical BSE Prion Strains as Evidenced by Crossing of Sheep Species Barrier in Transgenic Mice. Emerg Infect Dis. 2020 Jun;26(6):1130-1139. doi: 10.3201/eid2606.181790

(7) Dario Dongo. CETA, carne canadese da bovini nutriti con farine animali. GIFT (Great Italian Food Trade). 6.8.19, https://www.greatitalianfoodtrade.it/mercati/ceta-carne-canadese-da-bovini-nutriti-con-farine-animali

Dario Dongo
Dario Dongo
Dario Dongo, avvocato e giornalista, PhD in diritto alimentare internazionale, fondatore di WIISE (FARE - GIFT – Food Times) ed Égalité.
RELATED ARTICLES

Articoli recenti

Commenti recenti

Translate »