olio extravergine di oliva

olio extravergine di oliva storia

olio extravergine di oliva storia

Olio extravergine di oliva storia mediterranea

Olio extravergine di oliva, una storia nata assieme all’uomo e alla civiltà, nella culla di cultura che chiamiamo Mar Mediterraneo. Se da tempo erano state riportati alla luce tracce di antichi frantoi, il ritrovamento di una spedizione israeliana in Galilea, conclusa nel 2014, apre nuovi scenari sul percorso comune di olio e antica storia umana che conduce fino al nostro amato extravergine.

Residui di olio sono stati rilevati all’interno di 20 anfore di ceramica, alcune databili intorno al 5800 a.C., ma la cosa ancor più sorprendente è che la qualità dell’olio sembra assomigliare in tutto all’attuale extravergine. Seguendo a ritroso le orme passate, il primato spetta al sito archeologico di Kfar Samir, dove i reperti rinvenuti con traccia di olio risalirebbero a 7700 anni fa. Una specie di olivo sarebbe stata addomesticata in tempi lontani, mentre l’estratto potrebbe non essere stato prodotto con fini alimentari, ma per illuminazione.

La Grecia è nota per la propria fiorente produzione di olio di oliva, tanto che il famoso archeologo Heinrich Schlieman rilevò noccioli di olive nei palazzi di Tirino e a Micene. Grazie a fenici e greci gli ulivi penetrarono in Italia e fu proprio l’impero romano a dare il maggiore impulso allo sviluppo della loro coltivazione.

 

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento