Etichette

Uova fresche o extra?

Uova fresche o extra?

Uova fresche o extra? Quali sono le differenze, cosa è meglio scegliere e perché? 

Se questo è un uovo

La scelta delle uovadeve venire anzitutto guidata dal rispetto della natura e del benessere animale. Le uova biologiche rappresentano perciò la scelta migliore in assoluto.

Quando le uova bio non sono disponibili, scegliamo comunque le uova da galline allevate a terra, respingendo l’idea che le ovaiole possano invece venire costrette in gabbie anguste.

La freschezza delle uova è un ulteriore criterio di scelta, che in caso di prodotto confezionato esprime il tempo trascorso dalla deposizione all’imballaggio.

Fresche o ‘extra’

In base alla freschezza, le uova sono classificate come:

– ‘extra’ o ‘extra fresche’, se imballate entro i 3 giorni dalla deposizione. Trascorsi 7 giorni dal confezionamento, in ogni caso, scatta la retrocessione. Non più ‘extra’ ma semplicemente ‘fresche’,

– ‘fresche, se confezionate entro 10 giorni dalla deposizione.

La dicitura ‘deposto il… è un’informazione facoltativa, riservata alle sole uova confezionate il giorno stesso della deposizione.

La durabilità dell’uovo (‘da consumarsi preferibilmente entro il…’) non può comunque superare i 28 giorni successivi a quello della deposizione. (1)

Prova di freschezza, la bolla nell’uovo

In caso di dubbi sulla freschezza di un uovo, basta fare una semplice prova. Sciogliere 10 g di sale in 100 ml d’acqua e immergervi l’uovo. Il quale:

– se va a fondo è freschissimo, 

– se si posiziona a metà, in posizione verticale, ha meno di una settimana,

– se galleggia in orizzontale va gettato.

Questa prova di freschezza misura di fatto la bolla d’aria che si trova all’interno del guscio. Col passare dei giorni la bolla aumenta di dimensioni e l’uovo galleggia.

Marta Strinati

Tags

Informazioni sull'autore