Consum-attori

Foodspring, paleo – barrette ed etichette fuorilegge

Foodspring, paleo – barrette ed etichette fuorilegge

Dopo le barrette proteiche con tenori di proteine inferiori a quelli dichiarati e quelle con gli ‘ingredienti naturali’ raffinati (1,2), è giunta l’ora delle barrette e altre etichette fuorilegge a marchio Foodspring, disponibili anche nelle versioni ‘paleo’, vegan e bio.

Marchio tedesco, origine ignota, etichette prive di informazioni in lingua italiana, allergeni da incubo, rischio dichiarato di contaminazione fisica da frammenti di gusci di frutta secca. Perché tanto odio, verso i diritti dei consumatori?

La nostra inchiesta su 8 referenze acquistate in una farmacia milanese e un colpo d’occhio al sito web www.foodspring.it motivano una segnalazione del caso, da parte di GIFT (Great Italian Food Trade), alle autorità competenti.

Foodspring, paleo – barrette bidone

Le ‘paleo’ barrette di Foodspring si proclamano ‘raw’, cioè ‘crude’, vegan e gluten-free. Sono certificate ‘bio’, da un ente tedesco che evidentemente trascura la grottesca illegalità. E vantano nel marchio, così come le altre etichette, l’ambizioso health claim generico ‘finest fitness food’. Letteralmente ‘il miglior cibo per l’esercizio fisico’, che a sua volta si qualifica anche come indicazione nutrizionale comparativa fuorilegge. (3)

L’alimentazione umana nell’era antica della pietra – il Paleolitico appunto, da 2,5 milioni a 10.000 anni fa, prima dell’introduzione dell’agricoltura – era in effetti basata su cibi raw, come carni di animali selvatici, pesce, frutta verdura e tuberi spontanei, non trasformati (4,5). Tutt’altro rispetto alle ‘paleo’ barrette Foodspring, realizzate con processi industriali di età moderna (es. succhi di frutta concentrati, frutta in polvere). (6)

Foodspring, paleo – etichette

Le paleo – etichette di Foodspring evidenziano tre gravi criticità:

– gli otto prodotti esaminati sono del tutto privi di informazioni in lingua italiana, in palese violazione delle norme stabilite nel Food Information Regulation (reg. UE 1169/11, articolo 15) e nel suo decreto attuativo (d.lgs. 231/17, articolo 22.1), (7)

– gli ingredienti allergenici sono riferiti nel modo più generico e illegale, sul sito web, con la dicitura ‘può contenere tracce di uova, di glutine, di sesamo, di arachidi e di altra frutta a guscio’ (8,9,10). Quali cereali con glutine, quale frutta a guscio? Quali livelli di ‘tracce’? (11)

– la possibile contaminazione fisica degli alimenti viene confessata a priori, in etichetta e sul sito web. ’Nonostante controlli minuziosi, possono essere presenti parti dure di frutta fresca, frutta secca, etc.’

Foodspring barretteFoodspring barrette
blank2 140x80
blank3 140x80
blank4 140x80
blank5 140x80
blank6 140x80
blank7 140x80
blank8 140x80
blank9 140x80
blank10 140x80
blank11 140x80

 

Le criticità in questione, si sottolinea, hanno rilevanza sanitaria. I consumatori – e in particolare quelli che soffrano di allergie alimentari – sono perciò esposti a rischi di salute associati al consumo dei relativi prodotti (12,13).

Responsabilità dei distributori

Farmacie e para-farmacie, negozi specializzati, pubblici esercizi e impianti sportivi sono responsabili, si ricorda, di assicurare il pieno rispetto delle normative applicabili ai prodotti alimentari (14,15). E la loro responsabilità è tanto più grave in quanto le violazioni di legge si colgono a prima vista, le etichette sono in lingue straniere.

L’evidenza delle violazioni di legge e il loro rilievo sanitario postulano l’attivazione di sequestri e l’applicazione di sanzioni anche da parte delle autorità sanitarie competenti. Verificata la logistica e la lista di distribuzione dei prodotti, si dovrà quindi procedere in tal senso. Senza trascurare il canale ecommerce. (16)

Alimenti per sportivi, i controlli necessari

La nutrizione per sportivi soffre la deregolamentazione introdotta con reg. (UE) n. 609/13. I relativi prodotti – così come quelli ‘senza glutine’ – sono stati così ‘declassati’ da ‘alimenti destinati a un’alimentazione particolare’ ad ‘alimenti di uso corrente’. E sono di conseguenza venuti meno gli obblighi di:

– autorizzazione degli stabilimenti produttivi da parte delle autorità sanitarie competenti per territorio, (17)

– notifica preventiva dei layout di etichette all’amministrazione sanitaria centrale. (18)

La deregulation, motivata da ipotetiche esigenze di ‘competitività’ delle imprese stabilite in UE, ha quindi sottratto ai controlli sistematici e preventivi due categorie di alimenti il cui mercato continua a crescere. E il rischio di frodi è elevato, anche perché si tratta di merci ad alto valore aggiunto. Si invitano perciò le autorità e i distributori a intervenire con urgenza per il ripristino della legalità perduta.

Per maggiori informazioni sulle etichette da applicare e controllare, si richiama il nostro ebook ‘1169 pene. Reg. UE 1169/11. Notizie sui cibi, controlli e sanzioni’.

Dario Dongo

Note

(1) Dario Dongo, Marta Strinati. Barrette proteiche, 2 su 3 contengono meno proteine di quelle dichiarate. La nostra indagine. GIFT (Great Italian Food Trade). 20.6.20, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/barrette-proteiche-2-su-3-contengono-meno-proteine-di-quelle-dichiarate-la-nostra-indagine

(2) Dario Dongo. Barrette con frutta secca, il bidone da Eataly. GIFT (Great Italian Food Trade). 11.8.20, https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/barrette-con-frutta-secca-il-bidone-da-eataly

(3) Dario Dongo. Barilla, pratiche commerciali sleali? GIFT (Great Italian Food Trade). 3.9.17, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/barilla-pratiche-commerciali-sleali

(4) Fabio Di Todaro. Attenti a mangiare come l’uomo primitivo. Fondazione Veronesi Magazine. 3.6.14, https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/alimentazione/attenti-mangiare-come-luomo-primitivo

(5) L’età media era peraltro molto bassa, pre diverse ragioni legate anche alla contaminazione microbiologica degli alimenti. V. Leach, J. (2007). Paleo Longevity Redux. Public Health Nutrition, 10(11), 1336-1337. doi:10.1017/S1368980007814492

(6) Le informazioni volontarie ‘paleo’ e ‘raw’ possono integrare una violazione del reg. UE 1169/2011, combinato disposto degli articoli 36.1 e 7.1.a. In quanto capaci a indurre il consumatore in errore circa le caratteristiche e la composizione dei prodotti così contrassegnati

(7) Ecommerce, quali notizie in quali lingue? Risponde l’avvocato Dario Dongo. FARE (Food and Agriculture Requirements). 14.2.18, https://www.foodagriculturerequirements.com/archivio-notizie/domande-e-risposte/e-commerce-quali-notizie-in-quali-lingue-risponde-l-avvocato-dario-dongo#

(8) Dario Dongo. Allergeni, linee guida. GIFT (Great Italian Food Trade). 15.9.17, https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/allergeni-linee-guida

(9) Dario Dongo. Può contenere allergeni, ABC. GIFT (Great Italian Food Trade). 24.6.18, https://www.greatitalianfoodtrade.it/salute/può-contenere-allergeni-abc

(10) Dario Dongo. Reg. UE 2081/382. Gestione allergeni, cultura della sicurezza, redistribuzione alimenti. GIFT (Great Italian Food Trade). 9.3.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/reg-ue-2081-382-gestione-allergeni-cultura-della-sicurezza-redistribuzione-alimenti

(11) Dario Dongo. Può contenere tracce di… allergeni? Indizio di crimine. FARE (Food and Agriculture Requirements). 11.8.17, https://www.foodagriculturerequirements.com/archivio-notizie/può-contenere-tracce-di-allergeni-indizio-di-crimine_1

(12) Dario Dongo. Sicurezza alimentare, ABC responsabilità operatori. GIFT (Great Italian Food Trade). 6.4.18, https://www.greatitalianfoodtrade.it/salute/sicurezza-alimentare-abc-responsabilità-operatori

(13) Dario Dongo. Controlli, il ruolo dell’Amministrazione sanitaria. GIFT (Great Italian Food Trade). 30.10.17, https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/controlli-il-ruolo-dell-amministrazione-sanitaria

(14) Dario Dongo. Le responsabilità della GDO. GIFT (Great Italian Food Trade). 17.3.18, https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/le-responsabilità-della-gdo

(15) Dario Dongo. Responsabilità del distributore, approfondimenti. GIFT (Great Italian Food Trade). 22.5.18, https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/responsabilità-del-distributore-approfondimenti

(16) Dario Dongo. Ecommerce, quali responsabilità. GIFT (Great Italian Food Trade). 24.2.18, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/ecommerce-quali-responsabilità

(17) L’Italia – Paese leader in Europa nella produzione e regolamentazione degli alimenti destinati a un’alimentazione particolare (per la nutrizione sportiva e le intolleranze al glutine), oltreché nei prodotti erboristici e la ricerca sui batteri probiotici – ha peraltro mantenuto l’obbligo di autorizzazione preventiva degli stabilimenti ove si producono alimenti ‘fortificati’ (con vitamine e sali minerali). In modo da garantire un effettivo ed efficace monitoraggio sulla corretta applicazione del reg. CE 1925/06 c.d. ADNUT, Addition of Nutrients Regulation)

(18) Ministero della Salute, DGISAN, Ufficio V

Informazioni sull'autore