Salute

La celiachia in Italia

La celiachia in Italia

L’Associazione Italiana Celiachia è nata nel 1979 per iniziativa di un gruppo di genitori alle prese con i primi casi di celiachia. La scarsa conoscenza della malattia dettò la loro esigenza primaria: comprendere cosa fosse esattamente, come diagnosticarla, come gestire una dieta priva di glutine e dove trovare alimenti sicuri.

Dopo oltre 30 anni di attività e un grande contributo nella tutela dei celiaci, l’Associazione Italiana Celiachia conta circa 65.000 associati. Oggi ha l’obiettivo primario di ottenere maggiori garanzie nella somministrazione di cibi privi di glutine nelle occasioni di consumo fuori casa, per assicurare al celiaco una vita normale in ogni contesto, in famiglia come in vacanza, al lavoro e in ogni altro luogo della quotidianità. Si batte, infatti, contro la “medicalizzazione” del morbo.

La tempestività della diagnosi è molto importante. Considerato che in Italia si stima che una persona su 100 sia intollerante al glutine, le 150.000 diagnosi già accertate rappresentano soltanto la punta dell’iceberg. Anche grazie alla Associazione Italiana Celiachia, tuttavia, la ricerca della malattia è migliorata. E le nuove diagnosi crescono del 10% annuo.