Salute

Dieta semi vegetariana

Dieta semi vegetariana

Dieta semi vegetariana per proteggere il cuore

Una dieta semi vegetariana protegge dalle malattie cardiovascolari. Le ultime evidenze sulla relazione tra nutrizione e salute dimostrano che seguire un regime alimentare in cui il 70% degli alimenti consumati proviene da fonti vegetali può ridurre del 20% il rischio di morire a causa di patologie cardiache, in confronto a chi si nutre con meno del 45% di cibi di origine vegetale.

La conferma del ruolo benefico svolto da una dieta ‘reducetarian’, com’è quella mediterranea, è il risultato di uno studio condotto dall’Imperial College London e presentato al meeting dell’American Hearth Association. Il dato poggia su un campione molto ampio: gli oltre 450mila cittadini europei che hanno partecipato al progetto Epic, iniziato nel 1992. Gli scienziati hanno monitorato fino al 2004 peso, dieta e stile di vita dei partecipanti, inizialmente sani e di età compresa tra 35 e 70 anni.

Per migliorare il benessere e prevenire le malattie cardiovascolari è quindi utile limitare il consumo di carni e derivati, scegliendo sempre quelli di migliore qualità, e aumentare le dosi di frutta e verdura, preziosi frutti della terra capaci di assicurare effetti benefici.

 

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento