Mercati

Birra, consumatrici attente e in aumento

Birra, consumatrici attente e in aumento

In Italia chi dice birra, dice donna. Secondo una ricerca di Assobirra le italiane sono le prime consumatrici al mondo della bevanda al luppolo, distinguendosi anche per essere tra le più morigerate. Il 60% ha l’abitudine di bere birra, evidenzia lo studio, con apprezzabile moderazione. Il consumo femminile pro-capite infatti è basso in Italia, soltanto 14 litri a fronte dei 64 in Irlanda, i 56 di Spagna e Repubblica Ceca, i 40 della Federazione Russa.

“La Francia, la Svezia e il Regno Unito mostrano modelli simili al nostro”, ricorda il media partner di GIFT DM, mentre altrove le libagioni sono più sostenute. L’Italia e’ nel gruppo di testa anche tra i Paesi ove le donne eleggono la birra come la bevanda alcolica favorita in assoluto. In Italia, Usa e Germania 1 donna su 4 addirittura preferisce la birra al vino. Un risultato incredibile, difficile a prevedersi fino a pochi anni fa. Come si spiega?

In Italia, la birra piace all’altra metà del cielo grazie alla sua freschezza e alla modestia di tenore alcolico e valore energetico, rispetto ad altre bevande alcoliche e cocktail. Il suo consumo responsabile risulta perciò compatibile con una dieta equilibrata e varia, nell’ambito di uno stile di vita salutare.