Biscotti

wafer

wafer

Wafer antica ricetta europea, eccellenti biscotti

Il wafer è una ricetta di invenzione inglese, stando a quanto riferiscono le cronache. Ma l’attività dei cialdonai era diffusa in più parti d’Europa nel XV secolo, soprattutto in Italia dove i wafer venivano preparati assieme ad altri biscotti italiani e altri peculiari dolci: pare che anche Lorenzo de Medici non disdegnasse di preparare la sfoglia croccante per sé e per i suoi ospiti. Nel Belpaese il wafer, biscotto composto da almeno due cialde sovrapposte e farcite con creme, ha trovato produttori capaci di darne un’interpretazione ed una ricetta tutta italiana.

Essendo un prodotto la cui “idea” di base è praticata in tutto il mondo, sotto il nome di wafer possiamo riscontrare vette del sublime o veri e propri misfatti gastronomici. Sul fondo del baratro si trovano biscotti che diventano gommosi appena a contatto con l’aria, magari con crema di pessima qualità.

Il vero wafer è un’altra cosa: il wafer è un dolce capace di donare una sensazione unica per cui la parte morbida e cremosa, con il solo calore della bocca si fonde e diventa tutt’uno con la cialda fragrante e sottile. I mastri dolciari e le industrie di produzione di dolci italiani hanno fatto tesoro di questa lezione, che applicano nei wafer dai numerosi gusti.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento