Chi siamo

wiise sb

Great Italian Food Trade, portale di informazione indipendente sul cibo e dintorni e crocevia per la promozione delle filiere agroalimentari Made in Italy sostenibili, è un marchio di Wiise Srl società benefit.

Wiise srl società benefit

Wiise Srl società benefit (Workable Ideas and Initiatives for a Sustainable Economy) è stata fondata nel 2012 da Dario Dongo. (1) La società opera nei seguenti settori:

– consulenza strategica e tecnico-legale (rivolta a industrie e PMI agricole e alimentari, distribuzione, associazioni dei consumatori),

– lobbying, a livello europeo e nazionale, a favore dei soli operatori economici, cittadini e loro categorie e per le sole iniziative che rispondano ai criteri di sviluppo sostenibile e bene comune a cui è improntato l’operato di Wiise,

– ricerca, anche in ambito di programmi co-finanziati dall’UE. È prossimo l’avvio del progetto pan-europeo ‘Camel Milk’, nell’ambito del programma PRIMA. È in fase di selezione un altro progetto, ‘ProFuture’, dedicato all’impiego di alghe e microalghe nelle filiere di alimenti e mangimi,

– formazione a favore di enti pubblici (autorità di controllo, università) e privati (associazioni di categoria e dei consumatori), anche in ambito europeo e internazionale,

– editoria indipendente attraverso i due portali web GIFT (la cui sezione dedicata a cibi e bevande italiani è tradotta da autori madrelingua in inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, russo e cinese) e FARE, dedicato ad approfondimenti sul diritto agroalimentare.

Vengono inoltre pubblicati ebook a download gratuito su alimenti e mangimi. Filiere, politiche e regole (es. sicurezza alimentare, OGM e pesticidi, informazione al consumatore relativa agli alimenti, cultura del cibo).

Gli Obiettivi Benefit di Wiise

Wiise ha per oggetto le seguenti finalità di beneficio comune:

1) promozione dello sviluppo sostenibile nella filiera agroalimentare, con attenzione alle sue varie dimensioni:

a) sociale. Equità e redistribuzione delle risorse, tutela dei lavoratori e delle loro comunità, contributo a valori sociali condivisi,

b) ambientale. Riduzione dell’impatto complessivo delle filiere sull’ambiente, rispetto degli ecosistemi e della biodiversità, economia circolare,

c) economica. Partecipazione alle economie distrettuali con approccio solidaristico e inclusivo. Cooperazione internazionale ispirata a principi di solidarietà e knowledge sharing,

2) informazione indipendente sull’intera filiera alimentare, ‘from seeds to fork‘ e ‘from feed to fork’, nutrizione e salute,

3) sensibilizzazione dei consumatori in merito alle regole vigenti in tema di produzione e vendita dei prodotti alimentari,

4) attivismo. Promozione di iniziative volte ad affermare la legalità e le buone prassi nei settori alimentare e mangimistico. Per la tutela dei consumatori e del mercato, oltreché di esseri umani, animali e ambiente.

Note

(1) Dario Dongo (Genova, 1971) è avvocato e giornalista, MBA (Edhec), master in strategia e governance (Università di Pisa) Ph.D. in diritto alimentare europeo (Agrisystem, Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e Cremona). Da oltre 25 anni si occupa di politiche e regole nei settori agroalimentare, ambientale, sicurezza sul lavoro, antitrust e diritti dei consumatori. Ha pubblicato una decina di libri e un migliaio di articoli, oltre a tenere circa 250 convegni, seminari e lezioni in Italia, UE e Paesi terzi.