vino bianco

Pinot grigio

Pinot grigio

Pinot grigio, vino bianco passepartout

Parlare del Pinot grigio, vuol dire raccontare del boom del vino bianco italiano, a cavallo degli anni sessanta e novanta. Per decenni bevanda alla moda nella Penisola, quindi esportato in grandi volumi, questo vitigno è diffuso in molte altre aree geografiche a vocazione vitivinicola d’Europa e del mondo.

In Italia, i territori di elezione del Pinot grigio sono Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. È vino dal colore giallo paglierino, profumo delicato, gusto pieno e sapore gradevolmente morbido. Si accompagna bene con gli antipasti, in particolare agli affettati, al pesce e alle carni bianche. Può essere servito anche come aperitivo.

La propensione all’export, soprattutto verso gli USA, non è solo sinonimo di attenzione alla quantità. Anzi, l’affermarsi di questo apprezzato bianco nell’ambito del paniere dei consumi nazionali e internazionali ha permesso di creare una base per lo sviluppo e l’ingresso nel mercato di tante piccole cantine che lo coltivano e lo vinificano alla ricerca di qualità e unicità con bouquet fruttati e ricchi di sfaccettature.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento