carciofi

carciofi fritti

carciofi fritti

Carciofi fritti una su tutte le ricette

Cucinare carciofi fritti dovrebbe essere cosa semplice, ma secondo l’Artusi (celebre scrittore e gastronomo italiano) solo in Toscana vengono eseguite semplici ricette capaci di esaltare le proprietà di  questi “frutti”. Altrove “si lessano prima di friggerli (…) in altri li avvolgono di pastella“. Molti modi di preparare carciofi, ricette tramandate dal passato, sono certamente molto più complesse di quella indicata dal famoso critico di ars culinaria.

Per ottenere croccanti carciofi fritti sono necessari pochi passaggi ulteriori alla “mondatura“. Per valorizzare carciofi e proprietà organolettiche, si consiglia di gettarli in acqua fresca, asciugarli leggermente, passarli nella farina e poi nella chiara d’uovo sbattuta con il tuorlo. A questo punto sono pronti per la frittura nell’olio già ben caldo, ed in pochissimo tempo potrete servirli in tavola. Una valida e gustosa alternativa al modo “alla romana“, o alla squisita “giudia“.

Esistono molte varianti regionali a questa ricetta di carciofi fritti. Alcuni, in Sicilia, usano farcirli di risotto con le acciughe, mentre si narra che il cuoco reale dei Savoia impressionò il primo futurista con una pietanza poi chiamata, “sugo alla Marinetti“, dove carciofi fritti guarniscono un piatto di pasta dal sapore e proprietà uniche.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento