riso

tipi di riso

Tipi di riso abbinamenti alle ricette

Ben 120 tipi di riso sono prodotti in Italia, diversificati per dimensione dei chicchi, forma, contenuto e ricette abbinate. La produzione del Belpaese, chiamato non a caso “risaia d’Europa” riguarda, in realtà, per l’80% una dozzina di varietà, di cui molto famosi e amati dagli italiani sono Arborio e il premiato da ricette e chef Carnaroli.

Usiamo dividere quei tipi di risi peculiari della penisola nella classificazione: “originario“, “semifino” (Rosa Marchetti, Padano, Vialone Nano), “fino” (Ribe, Sant’Andrea), “superfino” (Carnaroli, Roma, Arborio, Baldo). Alcuni tipi di specie vengono messe in commercio senza subire raffinamento e sbiancatura, ottenendo quello “integrale” (ma anche il “venere”, dal colore nero, commercializzato con la dicitura di semi-integrale).

Le regioni interessate alla produzione sono: Piemonte, Lombardia, Veneto e l’intera area della Pianura Padana, ricca di terreni umidi e morbidi. Da qui derivano molte popolari ricette regionali (risotto di zucca, allo zafferano, al radicchio rosso di Treviso e altre ancora). I superfini si abbinano ai risotti, per le insalate fredde si usa scegliere le tipologie gelatinizzate (parboiled) e per tradizionali tipi differenti di zuppe sono preferibili le produzioni integrali.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.