Succhi di frutta

I migliori per la frutta migliore

migliori frutta migliore ant

L’Italia è indicata spesso come il giardino d’Europa, e potrebbe definirsi il suo frutteto, visto che è leader nell’UE per la produzione di frutta fresca, che secondo le stime copre per il 30% del totale. Questi sono i numeri che danno ai produttori di succhi di frutta italiani l’opportunità di selezionare, grazie alla generosità del sole del Mediterraneo, una grande varietà di materie prime e caratterizzare i loro prodotti per la freschezza e il gusto, oltre che per una continua spinta all’innovazione nel processo.

Il panorama dei produttori di succhi in Italia è vario e molto frammentato, con i primi tre marchi che rappresentano il 40% della produzione, lasciando spazio a concorrenti più piccoli di fiorire in mercati di massa e di nicchia, in patria e all’estero.

La crescente diversificazione spinge i produttori italiani di succhi a essere flessibili ed efficienti, con i tempi di commercializzazione e distribuzione che diventano fattori chiave per mantenere alta la qualità. I succhi di frutta seguono rigorose norme di etichettatura sul contenuto minimo di succo per ogni prodotto. Il “Succo di frutta” deve contenerne il 100%, “Appena spremuto” è utilizzato solo per quello derivato dagli agrumi, mentre “nettare” è il termine usato per percentuali minori.