HomeSaluteAkkermansia muciniphila, via libera in UE al probiotico di nuova generazione

Akkermansia muciniphila, via libera in UE al probiotico di nuova generazione

Il probiotico di nuova generazione Akkermansia muciniphila ha ricevuto il via libera della Commissione europea, quale novel food autorizzato all’impiego negli integratori alimentari e alimenti a fini medici speciali. (1)

1) Akkermansia muciniphila, il probiotico di nuova generazione

Akkermansia muciniphila è stato isolato per la prima volta da Muriel Derrien e Willem de Vos, nel 2004, dalle feci di individui sani. Si tratta quindi di un microrganismo residente nell’intestino, ed è tuttavia considerato un probiotico di nuova generazione, già oggetto di numerose ricerche. La sua azione probiotica è attribuita soprattutto alla capacità di irrobustire la mucosa e proteggere la barriera dell’intestino (nonostante la sua attività di degradazione della mucina).

1.1) Evidenze scientifiche

Studi scientifici in vivo su animali e alcuni trial clinici hanno mostrato l’efficacia di Akkermansia muciniphila nel ridurre parametri fisiologici associati all’obesità (es. circonferenza vita, riduzione del peso corporeo, massa grassa). La tolleranza al glucosio e la sensibilità all’insulina sono pure migliorate, contribuendo a ridurre la massa grassa e aumentare la massa magra, grazie a diversi effetti dieta- o tempo-dipendenti. Tra questi l’effetto anti-infiammatorio, stimolato da un aumento delle citochine.

L’assunzione di cellule vive o pastorizzate di Akkermansia muciniphila è altresì associata alla modulazione del sistema immunitario, metabolico ed endocannabinoide, attraverso diversi metaboliti (es. acidi grassi a corta catena, amminoacidi e derivati). Si ipotizza così anche un’azione sulle funzioni cerebrali, lungo l’asse intestino-cervello. Maggiori evidenze sono presenti sul contributo a longevità e salute (2,3).

1.2) Sinergie con alcuni fitocomposti

Alcuni fitocomposti favoriscono la presenza di Akkermansia muciniphila nel microbiota intestinale:

– polifenoli. Acidi fenolici, proantocianidine, epigallocatechine-3-gallate (EGCG), ellagitannini, antocianidine e/o loro combinazione,
– alcaloidi. Berberina, betaina e capsaicina,
– carboidrati. Fibre alimentari, oligofruttosio, inulina, stachiosio, polisaccaridi da alghe (es. fucoidano da alghe brune) e microalghe, cianobatteri (es. spirulina),
– medicina tradizionale cinese. La ricchezza di botanicals contenuti in decotti e altre preparazioni tradizionali fornisce abbondanza degli elementi sopra riportati. (4)

Questi phytochemicals – nel contesto di una dieta equilibrata, come si è visto – contribuiscono al buon funzionamento del microbiota intestinale attraverso uno stimolo diretto (es. produzione di mucina intestinale, metabolizzata dal batterio o fattore di promozione di crescita) e indiretto (es. ambiente favorevole a riduzione dello stress ossidativo, riduzione della flora batterica competitiva).

2) Akkermansia muciniphila, la procedura di autorizzazione Novel Food

A-Mansia Biotech SA – spinoff belga con un grande know-how su Akkermansia muciniphila, basato sui lavori di due professori delle Università di Wageningen (NL) e Louvain (B) – aveva richiesto la sua autorizzazione come novel food il 24.10.19. Ai fini dell’impiego come integratore alimentare e ingrediente di alimenti per fini medici speciali per soli adulti, escluse le donne in gravidanza ed allattamento.

2.1) Valutazione EFSA

EFSA è stata chiamata a valutare la sicurezza come novel food di un probiotico di A-Mansia Biotech SA costituito da una popolazione batterica di Akkermansia muciniphila MucT pastorizzata e liofilizzata. Carboidrati (~45%), proteine (~30%), ceneri (~18%), acqua (~6%), tracce di grassi.

Il panel NDA (Nutrition, Novel Foods and Food Allergens) di EFSA ha considerato come fondamentale lo studio di tossicità in vivo presentato dal richiedente, grazie al quale è stato possibile estrapolare una dose massima di 3,4 x1010 cellule/giorno.

La sicurezza di Akkermansia muciniphila è stata valutata favorevolmente anche rispetto a eventuali rischi di allergenicità e acquisizione di caratteri AMR (Anti-Microbial Resistance). Tenuto anche conto che Akkermansia muciniphila è per sua natura residente nell’intestino (5,6).

2.2) Autorizzazione Novel food con esclusiva

La protezione industriale dei dati è stata riconosciuta in virtù dei numerosi studi condotti e presentati a sostegno della domanda, quali:

– test di retromutazione batterica (test di Ames),
– test in vitro del micronucleo con cellule mammifere,
– studi in vivo di dosaggio della tossicità orale nei ratti, su 14 e 90 giorni,
– dati relativi alla tossicità, (7)
– studio di validazione della citometria a flusso,
– studio sulla resistenza antimicrobica (AMR).

La Commissione europea ha riconosciuto il valore essenziale di tali studi ai fini della valutazione di EFSA e ha perciò concesso al richiedente una autorizzazione con esclusiva per un periodo di 5 anni.

3) Conclusioni provvisorie

La disponibilità sul mercato di questo nuovo probiotico sul mercato rappresenta un’opportunità promettente, nella speranza che Akkermansia muciniphila per possa contribuire al contrasto di numerose malattie non trasmissibili e cronico-degenerative. (8, 9). Ulteriori studi potranno aiutare a comprendere i suoi meccanismi d’azione e progettare formulazioni più efficaci e mirate.

La ricerca potrà anche consentire di individuare nuovi ceppi, con attività biologiche potenziate e più specifiche che meglio si adeguino alle malattie che questo probiotico potrebbe mitigare. Nella speranza che interventi a supporto del microbiota e dell’eubiosi intestinale possano contrastare gli effetti, tra l’altro, dell’antibiotico-resistenza.

Dario Dongo e Andrea Adelmo Della Penna

Immagine di copertina da https://www.a-mansia.com/preclinical-observation/

Note

(1) Reg. UE 2022/168 della Commissione, che autorizza l’immissione sul mercato dell’Akkermansia muciniphila pastorizzato quale nuovo alimento a norma del reg. UE 2015/2283 e che modifica il reg. UE 2017/2470. EUR-Lex, http://data.europa.eu/eli/reg_impl/2022/168/oj

(2) Xu et al. (2022). The role of the probiotic Akkermansia muciniphila in brain functions: insights underpinning therapeutic potential. Critical Reviews in Microbiology, https://doi.org/10.1080/1040841X.2022.2044286

(3) Abuqwider et al. (2021). Akkermansia muciniphila, a New Generation of Beneficial Microbiota in Modulating Obesity: A Systematic Review. Microorganims 9:1098, https://doi.org/10.3390/microorganisms9051098

(4) Yue et al. (2022). Dietary strategies to promote the abundance of intestinal Akkermansia muciniphila, a focus on the effect of plant extracts. Journal of Functional Foods 93:105093, https://doi.org/10.1016/j.jff.2022.105093

(5) EFSA, NDA Panel (2021). Safety of pasteurised Akkermansia muciniphila as a novel food pursuant to Regulation (EU) 2015/2283. EFSA Journal 19(9):6780, https://doi.org/10.2903/j.efsa.2021.6780

(6) Il panel BIOHAZ di EFSA aveva già da poco valutato Akkermansia muciniphila come candidato per la lista degli agenti biologici con presunzione qualificata di sicurezza (QPS. V. precedente articolo), tenuto conto della sua presenza nel colon e nel latte umano. Le incertezze sull’abbondanza relativa di Akkermansia muciniphila in diverse condizioni di salute e malattia (soprattutto in ambito neurologico) non hanno però consentito al panel di raccomandare l’inserimento di questo microrganismo nella lista QPS. In considerazione di ciò, il panel EFSA NDA ha ritenuto necessario imporre tra le specifiche del novel food un numero di cellule vive < 10 CFU/g (il limite di determinazione)

(7) Druart et al. (2020). Toxicological safety evaluation of pasteurized Akkermansia muciniphila. J. Appl. Toxicol. 41:276–290, https://doi.org//10.1002/jat.4044

(8) Ouyang J, Lin J, Isnard S, Fombuena B, Peng X, Marette A, Routy B, Messaoudene M, Chen Y, Routy JP. (2020). The Bacterium Akkermansia muciniphila: A Sentinel for Gut Permeability and Its Relevance to HIV-Related Inflammation.Front Immunol. 2020 Apr 9;11:645. doi: 10.3389/fimmu.2020.00645. PMID: 32328074; PMCID: PMC7160922

(9) Naito Y, Uchiyama K, Takagi T. A next-generation beneficial microbe: Akkermansia muciniphila. J Clin Biochem Nutr. 2018 Jul;63(1):33-35. doi: 10.3164/jcbn.18-57. Epub 2018 Jun 20. PMID: 30087541; PMCID: PMC6064808.

Dario Dongo
Dario Dongo
Dario Dongo, avvocato e giornalista, PhD in diritto alimentare internazionale, fondatore di WIISE (FARE - GIFT – Food Times) ed Égalité.
RELATED ARTICLES

Articoli recenti

Commenti recenti

Translate »