Salame

‘Nduja

‘Nduja

‘Nduja, salame calabrese tra mille ricette

La ‘Nduja, il più famoso salame calabrese. È morbido, spalmabile, piccantissimo, segreto di molte ricette, è conosciuto per la sua genuinità. La ‘Nduja, infatti, è prodotta in tutta la Calabria, anche se il centro di produzione per eccellenza è Spilinga, vicino Capo Vaticano (VV). Il salame presenta un colore rosso vivo, ha una consistenza pastosa e non indurisce. In seguito alla stagionatura la ‘Nduja mantiene la sua cremosità.

Ottima da gustare sui crostini la ‘Nduja sposa ricette famose in tutto il mondo. Dalla pasta alla pizza, dai formaggi al ragù, esalta ogni piatto con il suo gusto e il suo profumo. È composta da rifilature di tagli del maiale, pezzetti di grasso in piccole quantità ricavati dal sottopancia, la spalla e coscia, insieme ad abbondanti dosi di peperoncino calabrese (circa il 25-30% del prodotto). Finita la fase della miscelatura e della salatura, la ‘Nduja viene conservata nel budello cieco (“orva” in dialetto calabrese) e affumicata con legna resinose e aromatiche come l’ulivo e la robinia.

La ‘Nduja ha origini poco chiare. Secondo alcuni è stata introdotta nel Cinquecento dagli spagnoli anche se ricorda pure un salame francese, “l’andouille”, che potrebbe essere stato importato nel periodo Napoleonico tra il 1806 e il 1815. Ricette che fanno piangere di gioia!

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento