Progresso

Sostenibilità partecipata

Sostenibilità partecipata

Sostenibilità partecipata. Facile con ‘Adotta una zolla’

La sostenibilità partecipata è la strada più breve ed efficace per migliorare il benessere collettivo. ‘Adotta una zolla’ vi rientra a pieno titolo. Il progetto promossa da Ecor, marchio italiano del biologico, propone di diventare ‘custodi della terra’ versando un contributo annuo a una azienda agricola, in cambio della fornitura di prodotti bio. sostenibilità partecipata

L’iniziativa di sostenibilità partecipata prevede il versamento di una quota (50 o 200 euro) a una delle 9 aziende agricole biologiche selezionate. E consente anche di scegliere la porzione di terreno da sostenere, secondo una unità di misura che corrisponde al suolo necessario per produrre 150-200 kg di grano per fornire pane per un anno a una persona. 

La sostenibilità partecipata è win-win. L’aiuto prestato ai coltivatori di biologico è ripagato con buoni acquisto da spendere nel reparto ortofrutta dei negozi NaturaSì e Cuorebio. Per cominciare a fare acquisti, però, bisogna aspettare tre mesi, il tempo che intercorre tra la semina e il raccolto. I sostenitori possono seguire l’andamento della coltura attraverso il Diario di campagna, nel quale sono presenti approfondimenti sulle colture bio e biodinamiche e sulla sostenibilità di tali pratiche.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.