HomeProgressoDonazioni alimentari, passi avanti nella legislazione USA

Donazioni alimentari, passi avanti nella legislazione USA

Dal 5 gennaio 2023, la legislazione USA sulle donazioni alimentari rilancia il contrasto al food waste e il sostegno alla sicurezza alimentare della popolazione in condizioni di necessità. (1)

L’emendamento bipartisan Food Donation Improvement Act (FDIA) all’Emerson Act (Legge del buon Samaritano) del 1996 riduce ulteriormente la responsabilità legale della donazione di alimenti, rassicurando organizzazioni come banchi alimentari e aziende. (2)

La nuova legge inoltre incentiva il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) a fornire chiarezza e linee guida aggiornate sulla donazione di cibo.

Introduzione

L’Agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente (EPA) nel 2021 ha pubblicato un rapporto sull’impatto ambientale dei rifiuti alimentari (3).

Nel documento viene stimato che ogni anno le perdite e i rifiuti alimentari negli Stati Uniti generano 170 milioni di tonnellate metriche di emissioni di gas serra equivalenti (milioni di MTCO2e).

Dal calcolo sono escluse le emissioni di metano prodotte dai rifiuti alimentari nelle discariche. Negli Stati Uniti, i rifiuti alimentari sono il materiale più smaltito in discarica (24% del totale) e incenerito (22%). Attualmente gli USA sono tra i principali contributori di emissione di gas serra.

Limiti della Legge del buon samaritano

Il Bill Emerson Good Samaritan Food Donation Act sulla donazione di cibo (42 U.S.C. 1791) (4) era stato concepito per incentivare le donazioni e di conseguenza ridurre il food waste.

Per disciplinare il settore istituiva una serie di protezioni e responsabilità civili e penali per i soggetti donatori e per le organizzazioni di recupero e redistribuzione degli alimenti ai fini di solidarietà sociale. Lasciava però delle lacune sul tema, soprattutto in merito alla questione della data di scadenza dei prodotti.

Uno studio della Food Wast Reduction Alliance sostiene che il 44% dei produttori, il 41% dei ristoratori e il 25% dei rivenditori dichiara di percepire le responsabilità poste dalla legge USA come deterrente principale alle donazioni alimentari. (5)

Legge USA sul miglioramento delle donazioni alimentari (FDIA)

La nuova legge amplia la protezione dalle responsabilità anche ai rivenditori non-profit (che vendono alimenti a un prezzo da buon samaritano) e ai soggetti che donano cibo direttamente a singole persone invece che tramite organizzazioni di beneficenza. (6)

La FDIA elimina inoltre alcuni limiti imposti per legge riguardo le etichette degli alimenti. Nella legislazione americana vigente, il cibo destinato alla donazione deve rispettare infatti dei prerequisiti che non riguardano soltanto lo stato degli alimenti, ma anche parametri non necessari come il peso netto del prodotto.

Principali modifiche alla legge Bill Emerson del buon samaritano

La legge Bill Emerson viene modificata nei seguenti punti:

Definizione del termine donare

Il termine “donare” significa donare senza richiedere alcun valore monetario al ricevente, ad eccezione del fatto che il termine include la donazione da parte di un’organizzazione non profit ad un’altra organizzazione non profit, nonostante l’organizzazione donante abbia addebitato una tariffa nominale all’organizzazione donataria, se al ricevente o all’utente finale non viene richiesto alcun valore monetario o viene applicato un prezzo ridotto da buon samaritano’.

Prezzo ridotto del buon samaritano

‘Per “prezzo ridotto del buon samaritano” si intende, in relazione al prezzo di un alimento apparentemente sano o di un prodotto di drogheria apparentemente idoneo, un prezzo non superiore ai costi di gestione, somministrazione e distribuzione dell’alimento apparentemente sano o del prodotto di drogheria apparentemente idoneo’.

Al destinatario della donazione può essere addebitato un prezzo ridotto da “buon samaritano” che non supera i costi di gestione, amministrazione e distribuzione del cibo o del prodotto.

Donatore diretto qualificato

‘Il termine “donatore diretto qualificato” indica un droghiere al dettaglio, un grossista, un produttore agricolo, un ristorante, un ristoratore, un’autorità per la ristorazione scolastica e un istituto di istruzione superiore’.

L’indicazione dei possibili soggetti donatori amplia le possibilità di rapporti tra donatore e ricevente.

Deresponsabilizzazione del donatore per donazioni dirette

‘Un donatore diretto qualificato non è soggetto a responsabilità civile o penale derivante dalla natura, dall’età, dall’imballaggio o dalle condizioni di alimenti apparentemente sani o di prodotti alimentari apparentemente idonei che il donatore diretto qualificato dona in buona fede a un individuo bisognoso’.

Il testo del FDIA riporta inoltre il sollecito nei confronti dell’USDA:

Il Dipartimento dell’Agricoltura deve emanare regolamenti che chiariscano gli standard di qualità e di etichettatura che i prodotti alimentari donati ai sensi della legge Bill Emerson sulla donazione di cibo da parte del buon samaritano devono soddisfare per poter beneficiare della tutela della responsabilità.

La guida all’etichettatura del Dipartimento dell’Agricoltura

Nell’ambito della responsabilità e della donazione di cibo si parla anche di etichettatura della scadenza degli alimenti. A seguito del FDIA, infatti l’USDA ha aggiornato la guida all’etichettatura (7) dei prodotti alimentari per produttori e rivenditori incoraggiandoli a cambiare terminologia al fine di ridurre gli sprechi alimentari.

L’USDA incoraggia a sostituire la dicitura della data di scadenza con la frase ‘Best before‘. Su modello UE anche negli USA ultimamente si inizia a parlare di revisione dei termini ‘best before‘ in ‘often good after‘. (8)

Prospettive future. Il FIND Food Act

Il FIND Food Act (Further Incentivizing Nutritious Donations) (9) è un’altra proposta di legge approvata a marzo del 2022 che si inserisce tra le azioni messe in campo dagli USA per incentivare le donazioni alimentari. Mira a contrastare il cambiamento climatico, la fame e le opportunità economiche, incentivando maggiormente la donazione di alimenti sicuri e sani.

La proposta di legge prevede di

  • ampliare la detrazione fiscale prevista per le donazioni alimentari anche al cibo ceduto a prezzi ridotti,
  • creare una detrazione fiscale per coprire i costi di trasporto degli alimenti donati,
  • offrire un credito d’imposta alternativo per le donazioni di cibo da parte degli agricoltori. Questa categoria, infatti, opera con un basso margine di profitto ed è spesso riluttante a donare.

Conclusione

Da un punto di vista ambientale, la FDIA gestisce lo spreco alimentare nel modo corretto ma lascia in sospeso un cambiamento delle politiche.

I veri motori della sicurezza alimentare, infatti, sono indicati nell’aumento del salario minimo nazionale e l’incremento dei sussidi del Supplemental Nutrition Assistance Program (SNAP) (10). Il quadro legislativo adottato comunque spiana la strada verso un cambio di paradigma nei confronti della riduzione dello spreco alimentare.

In USA per la misurazione e mappatura degli sprechi alimentari nella FSC è stato implementato un sistema di blockchain chiamato Wasteless (11) speculare al progetto omonimo (12) Horizon Europe al quale WIISE Benefit partecipa.

Giulia Pietrollini

Note

(1) Press release. The White House. 5.1.23 https://www.whitehouse.gov/briefing-room/legislation/2023/01/05/press-release-bills-signed-h-r-680-h-r-897-h-r-1082-h-r-1154-h-r-1917-h-r-7939-s-450-s-989-s-1294-s-1402-s-1541-s-1942-s-2333-s-2834-s-3168-s-3308-s-3405-s-35/

(2) Dario Dongo e Andrea Adelmo Della Penna. Redistribuzione e donazione di eccedenze alimentari, l’ABC. GIFT (Great Italian Food Trade). 11.11.22

V. anche Dario Dongo. Spreco alimentare, linee guida CE. GIFT (Great Italian Food Trade). 21.10.17

(3) EPA (Environmental Protection Agency). From Farm to Kitchen: The Environmental Impacts of U.S. Food Waste https://www.epa.gov/system/files/documents/2021-11/from-farm-to-kitchen-the-environmental-impacts-of-u.s.-food-waste_508-tagged.pdf 11.21

(4) Congress.Gov. Public Law 110–247 110th Congress. https://www.congress.gov/110/plaws/publ247/PLAW-110publ247.pdf

(5) Analysis of u.s. food waste among food manufacturers, retailers, and restaurants. Food Waste Reduction Alliance. 2016. https://foodwastealliance.org/wp-content/uploads/2020/05/FWRA-Food-Waste-Survey-2016-Report_Final.pdf 

(6) Congress.Gov.Text – S.3281 – 117th Congress (2021-2022): Food Donation Improvement Act of 2021 | Library of Congress  https://www.congress.gov/bill/117th-congress/senate-bill/3281/text

(7) USDA (US Department Agriculture). Food Product Dating. https://www.fsis.usda.gov/food-safety/safe-food-handling-and-preparation/food-safety-basics/food-product-dating

(8) Dario Dongo. ‘Best before … often good after’. Cambiare etichette per ridurre gli sprechi alimentari? GIFT (Great Italian Food Trade). 11.3.23

(9) Congress.Gov. H.R.7317 – FIND Food Act of 2022. H.R.7317 – 117th Congress (2021-2022): FIND Food Act of 2022 | Congress.gov | Library of Congress https://www.congress.gov/bill/117th-congress/house-bill/7317?s=1&r=86

(10) USDA (US Department Agriculture). Supplemental Nutrition Assistance Program (SNAP) https://www.fns.usda.gov/snap/supplemental-nutrition-assistance-program

(11) Wasteless. https://www.wasteless.com/

(12) Dario Dongo e Andrea Adelmo Della Penna. Wasteless, progetto di ricerca UE su economia circolare e blockchain. GIFT (Great Italian Food Trade). 5.9.22

GIULIA PIETROLLINI
+ posts

Laureata in biotecnologie industriali e appassionata di sviluppo sostenibile.

Articoli correlati

Articoli recenti

Commenti recenti

Translate »