HomeProgressoBeating Cancer Plan. All’indice pesticidi, sostanze chimiche tossiche, alcol, junk-food

Beating Cancer Plan. All’indice pesticidi, sostanze chimiche tossiche, alcol, junk-food

Pesticidi e altre sostanze chimiche tossiche, alcol e junk-food vengono messo all’indice nel rapporto della Commissione speciale del Parlamento europeo per la lotta contro il cancro nel Beating Cancer Plan (BECA), al voto in assemblea plenaria a Strasburgo il 15.2.22. (1)

Le organizzazioni della società civile – in occasione della Giornata mondiale contro il cancro, il 4.2.22 – hanno rivolto agli eurodeputati un accorato appello, al quale ci uniamo. Affinché la prevenzione dei tumori possa tradursi in regole vincolanti, senza compromessi sulla salute. (2)

1) Tumori in Europa, scenario

1,3 milioni di persone – tra cui 6.000 bambini e adolescenti – muoiono ogni anno a causa di tumori in Europa. Ove il cancro è la prima causa di morte per malattia nei bambini e la seconda causa di mortalità prematura, dopo le malattie cardiovascolari, negli adulti. Servono diagnosi tempestive, cure e trattamenti efficaci, innovativi e differenziati per i bambini, oltreché accessibili ed economici. E sostegno sociale adeguato, agli oltre 12 milioni di sopravvissuti e alle loro famiglie.

La prevenzione è il primo strumento su cui investire, la migliore delle cure. Si stima che essa possa quasi dimezzare (-40%) l’occorrenza dei tumori in Europa. Bisogna perciò ridurre l’inquinamento ambientale, a cui la European Environment Agency (EEA) ha attribuito 250 mila morti per tumore, nel 2016. E soprattutto l’esposizione a sostanze chimiche tossiche e interferenti endocrini, che ai danni del cancro aggiungono le tragedie dei ritardi nello sviluppo e le malattie neuro-comportamentali.

2) Beating Cancer Plan (BECA)

2.1) Contesto politico

Il Piano d’azione UE ‘sul rafforzamento dell’Europa nella lotta contro il cancro, verso una strategia globale e coordinata’ viene presentato dalla Special Committee on Beating Cancer in uno schema di risoluzione del Parlamento europeo che richiama in premessa un’ampia serie di iniziative. Tra queste si segnalano:

European Green Deal, adottato a Bruxelles il 14.11.19,

Europe’s Beating Cancer Plan, comunicato il 3.2.21 dalla Commissione europea, (3)

Horizon Europe, il programma-quadro UE per la ricerca e l’innovazione 2021-2027, (4)

Farm to Fork, strategia UE presentata a Bruxelles il 20.5.20,

– piano d’azione UE ‘verso l’inquinamento zero per l’aria, l’acqua e il suolo’, 12.5.21 (COM/2021/400 final),

– ‘accesso ai farmaci e ai dispositivi medici per un’UE più forte e resistente’, conclusioni del Consiglio 15.6.21. (5)

2.2) Pesticidi e sostanze chimiche tossiche

Pesticidi e sostanze chimiche tossiche sono richiamate nella risoluzione 20.10.21 del Parlamento europeo sulla strategia Farm to Fork, per quanto attiene ai rischi legati all’esposizione ai prodotti agrochimici. Oltreché nei lavori su:

– ‘direttiva cancerogeni e mutageni’, ora in fase di revisione con voto alla Commissione EMPL del Parlamento europeo e possibile definizione il 14.2.22, (6)

– ‘Healthy environment, healthy lives: how the environment influences health and well-being in Europe’, rapporto 21/2019 della European Environment Agency (EEA),

– quadro strategico UE 2021-2027 ‘in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro’, 20.6.21,

2.3) Alcol

WHO Europe – nelle proprie raccomandazioni sulla prevenzione delle malattie legate al consumo di alcol (2020) – ha ricordato come esso sia responsabile di circa 180 mila diagnosi di cancro e 92 morti premature ogni anno nella macro-regione europea, prima al mondo per i livelli di consumo pro-capite (9,8 litri di alcol puro/anno, dati 2018). E il consumo di alcol è direttamente associato a una maggior prevalenza di un ruolo causale in diversi tipi di cancro. (7)

La ricerca epidemiologica su alcol e cancro, negli ultimi anni, è giunta a dimostrare che l’etanolo causa danni irreversibili al DNA, anche con bassi livelli di consumo. E la IARC (International Agency for Research on Cancer) ha dimostrato come esso rappresenti, in Francia, il secondo fattore di rischio di tumori dopo il tabacco. Ma la consapevolezza del suo impatto sulla salute, da parte dei consumatori, è ancora molto scarsa.

3) Aree di azione

Il rapporto della Special Committee on Beating Cancer (BECA), istituita al Parlamento europeo il 27.10.20, indica diverse aree di azione. Ci si sofferma su quelle che attengono alla prevenzione.

3.1) Prevenzione del cancro nelle politiche UE

Bisogna inserire la prevenzione del cancro in ogni politica europea, alla luce della continua evoluzione della ricerca scientifica che deve venire incentivare con diversi fondi, tra cui ‘Science and Policy for a Healthy Future’ – HBM4EU). Ci si sofferma su:

– tabacco. È di gran lunga la principale causa prevenibile di cancro nell’UE, essendo causa del 15-20% dei casi di tumore nonché il primo fattore di rischio di morte per cancro in Europa (27%, 700 mila decessi l’anno), bisogna perciò favorire un Tobacco Free Environment per le nuove generazioni.

– alcol. È a sua volta causa del 10% di tutti i casi di tumori negli uomini, 3% nelle donne. L’etanolo e l’acetaldeide che derivano dal metabolismo dell’etanolo nelle bevande alcoliche sono infatti classificati da IARC (International Agency for Research on Cancer) come cancerogeni,

– junk-food. Porzioni eccessive di alimenti ultraprocessati con profili nutrizionali squilibrati sono le prime cause di obesità, sovrappeso e malattie correlate che tra l’altro aumentano il rischio di sviluppare il cancro.

3.2) Bevande alcoliche e cibo-spazzatura, etichettatura e restrizioni al marketing

La relazione BECA – affidata a un medico oncologo di area liberale, On.le Véronique Trillet-Lenoi – sollecita la Commissione europea a un intervento efficace su etichettatura e restrizioni al marketing di bevande alcoliche e cibo-spazzatura, nei seguenti termini:

– lista ingredienti, dichiarazione nutrizionale obbligatoria e warning labels sulle bevande alcoliche (>1,2% alc. vol.). L’etichetta digitale può venire aggiunta ma non può sostituire quella fisica. (8) Si deve aggiornare la EU Alcohol Strategy e introdurre una Zero Alcohol Strategy per i minori. Si devono perciò vietare gli sponsor di alcolici agli eventi pubblici e sportivi seguiti in prevalenza da minori, i quali devono venire protetti dalle pubblicità di alcolici anche nella Audiovisual Media Service Directive (dir. UE 2018/1808),

– etichettatura nutrizionale obbligatoria sul fronte etichetta (Front-of-Pack Nutrition Labelling, FOPNL) degli alimenti confezionati. La Commissione BECA ribadisce quanto già espresso in assemblea plenaria il 20.10.21, nel voto sulla strategia Farm to Fork. (9) È necessario introdurre un sistema FOLP efficace, come si è già rivelato essere il NutriScore. Il cibo spazzatura (High in Fats, Sugar and Sodium, HFSS) deve poi venire assoggettato a severe restrizioni di marketing che includano il divieto di pubblicità sui social media.

4) Il supporto della società civile

Le organizzazioni della società civile, nella lettera congiunta 4.2.22, sollecitano gli eurodeputati ad avere coraggio nell’affermare la prevalenza della salute pubblica sugli interessi particolari delle lobby delle industrie responsabili del cancro e altre gravi malattie (NCD, Non-Communicable Diseases) che possono venire drasticamente ridotte con una politica responsabile.

Ogni iniziativa di autoregolamentazione è fallita, una su tutte la EU Platform for (In-)Action on Diet, Physical Activity and Health in cui molti avevano creduto, agli albori del nuovo Millennio. E il marketing predatorio nei confronti dei minori, già denunciato da Unicef (2019), deve venire bloccato con sanzioni esemplari nei confronti dei suoi committenti (10,11).

People over Profit, sarà mai possibile?

Dario Dongo

Note

(1) Special Committee on Beating Cancer. Report on strengthening Europe in the fight against cancer – towards a comprehensive and coordinated strategy (2020/2267(INI)). Relatore On.le Véronique Trillet-Lenoi (Francia, La Républic En Marche!, Renew Europe Group). https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/A-9-2022-0001_EN.html

(2) Please protect the strength of BECA’s cross party consensus on cancer prevention during the plenary vote on the BECA report. Joint letter. 4.2.22, https://www.safefoodadvocacy.eu/wp-content/uploads/2022/02/Joint-letter-to-MEPs_BECA-report-04.02.2022-1.pdf

(3) European Commission. Europe’s Beating Cancer Plan. Piano europeo di lotta contro il cancro (COM/2021/44 final). 3.2.21, https://bit.ly/3goxshp

(4) Reg. UE 2021/695, che istituisce il programma quadro di ricerca e innovazione Horizon Europe e ne stabilisce le norme di partecipazione e diffusione. https://bit.ly/3B2EVvO

(5) Council Conclusions on Access to medicines and medical devices for a Stronger and Resilient EU (2021/C 269 I/02). https://bit.ly/3rv1pTc

(6) Direttiva 2004/37/CE, sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro. Aggiornamenti su https://oeil.secure.europarl.europa.eu/oeil/popups/ficheprocedure.do?reference=2020/0262(COD)&l=en

(7) WHO Regional Office for Europe (2020). Alcohol and cancer in the WHO European Region: an appeal for better prevention. Licence: CC BY-NC-SA 3.0 IGO. https://apps.who.int/iris/bitstream/handle/10665/336595/WHO-EURO-2020-1435-41185-56004-eng.pdf?sequence=1&isAllowed=y

(8) Marta Strinati. Etichettatura delle bevande alcoliche, lavori in corso a Bruxelles. GIFT (Great Italian Food Trade).
5.10.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/etichettatura-delle-bevande-alcoliche-lavori-in-corso-a-bruxelles

(9) Dario Dongo. Farm to Fork, Nutri-Score e riformulazione dei prodotti. GIFT (Great Italian Food Trade). 25.10.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/farm-to-fork-nutri-score-e-riformulazione-dei-prodotti

(10) Dario Dongo, Selena Travaglio. Influencer marketing, quali regole? GIFT (Great Italian Food Trade). 23.7.20, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/influencer-marketing-quali-regole

(11) Dario Dongo. Influencer marketing, la nostra segnalazione all’Antitrust. GIFT (Great Italian Food Trade). 25.7.20, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/influencer-marketing-la-nostra-segnalazione-all-antitrust

+ posts

Dario Dongo, avvocato e giornalista, PhD in diritto alimentare internazionale, fondatore di WIISE (FARE - GIFT – Food Times) ed Égalité.

Articoli correlati

Articoli recenti

Commenti recenti

Translate »