pasta

rigatoni

rigatoni

Rigatoni “povere” eccellenti ricette romane

Rigatoni, una parola di puro respiro romano. Questa tipologia di maccheroni, infatti, si lega a ricette tradizionali ancor di più di altri tipi di pasta, partendo dai famosissimi rigatoni alla gricia per arrivare ai rigatoni al forno, ricetta “domenicale“.

Possono essere distinti dal “maccherone” per la presenza di linee esterne e superficie ruvida, che dona la capacità di trattenere i sughi sia all’interno che all’esterno. La loro storia è legata a quella degli “scortichini“, lavoratori dell’antico mattatoio di Testaccio, che a fine giornata vedevano unito, assieme alla misera paga, il “quinto quarto“, ovvero gli scarti di lavorazione delle carni. Con questo andavano nelle osterie a chiedere di cucinare piatti sostanziosi per le famiglie, ed ecco nascere l’incontro tra rigatoni e pajata.

Conobbero una nobilitazione grazie ad uno spot pubblicitario girato da Federico Fellini (1894 – 1956), in cui un’elegante signora ordinava, in un menù ricco di tipi di pasta e soprattutto di francesismi, semplicemente: “rigatoni“.

Ricette famose da sperimentare, oltre a quelle già menzionate, sono: rigatoni alla norma e all’amatriciana. Nel caso di avanzi, sappiate che una loro prerogativa è venire cucinati (o rifatti) al forno.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento