tagliatelle

Tagliatelle famose ricette di Bologna

Tagliatelle, inconfondibilmente emiliane, apprezzate in qualsiasi angolo del mondo in tutte le salse e ricette. Tagliatelle, un nome caratteristico che sembra derivare dal verbo “tagliare” (cioè alla sfoglia della lasagna tagliata) ed un primato da star della pasta fresca, attualmente tra i pochi tipi di pasta a mostrare addirittura il marchio registrato presso la Camera di Commercio. Le più classiche ricette di tagliatelle sono state depositate nel 1972 dalla Confraternita del Tortellino e Accademia Italiana della Cucina, stabilendo anche le dimensioni delle tagliatelle (8 millimetri di larghezza, ovvero la 12270esima parte dell’altezza della torre degli Asinelli).

Sembra inutile sottolineare come i bolognesi sono orgogliosi dei loro piatti e ricette tradizionali, dalle tagliatelle al ragù famoso in tutto il pianeta (e purtroppo spesso scimmiottato da imitazioni). La leggenda tramandata sulle tagliatelle narra di un’invenzione partorita la prima volta dal cuoco Mastro Zefirano per onorare a tavola l’ospite di Giovanni di Bentivoglio: Lucrezia Borgia. Le tagliatelle sarebbero in questo caso la celebrazione dei capelli dorati della bellissima dama. La storia, invece, parlerebbe di un’origine più antica, da far risalire agli antichi romani.