Pane toscano

Pane toscano

Pane toscano, binomio inscindibile a simbolo di un’intera cultura regionale, uno dei tipi di pane maggiormente consumati nella penisola, l’unico in grado di abbinarsi sia agli insaccati che a sapori dolci (marmellata o cioccolata, ad esempio).

Detto anche “pane sciocco“, presenta un apporto medio di calorie, ma la reale peculiarità consiste nella totale assenza di sale. La tradizione fa risalire questa caratteristica al tempo delle guerre tra Pisa e Firenze nel XII secolo: la repubblica marinara avrebbe interrotto il commercio nell’entroterra, obbligando i contadini fiorentini a produrre tipi di pane con solo farina ed acqua, creando nel tempo tradizioni di accompagnamenti molto saporiti.

Le calorie del pane toscano sono standard, 281 ogni 100 gr, la sua forma è rettangolare con angoli stondati, la crosta friabile e croccante, mentre la mollica assume un aspetto alveolare non regolare. E per quanto non salato è tutt’altro che insipido! Grazie alla lievitazione naturale, ottenuta attraverso la fermentazione della “madre acida” promossa dai batteri lattici, la Toscana produce un tipo di pane naturalmente saporito.

Particolarmente legati al pane toscano, gli abitanti della regione ne hanno ideato numerosi e deliziosi impieghi, dai crostini fino ai dadi come accompagnamento di zuppe tradizionali.