olive italiane

tipi di olive italiane

tipi di olive italiane

Tipi di olive italiane caratteristiche

Sono i differenti tipi di olive italiane a rendere così nobile l’olio extravergine del Belpaese. Questo è, infatti, un prodotto del metabolismo della pianta e in quanto tale molto influenzabile dalle “cultivar” utilizzate.

Ai più specifici tipi di piante italiane si accompagnano proprietà organolettiche diversificate. Ecco che l’ogliarola barese porta con sè un caratteristico colore oro, una resa superiore alla media e un aroma dolce, dal retrogusto mandorlato. La nociara, diffusa in Puglia come la precedente, presenta un sapore fruttato, la frantoio (tra le varietà più diffuse, assieme a leccino e moraiolo), caratteristica di Toscana, è molto fruttata e fine. Le coste liguri sono disegnate dai maestosi alberi di olivo taggiasca, considerata da alcuni la più delicata e pregiata in assoluto (ha anche ricevuto il marchio DOP italiano nel 1997). In Sicilia è frequente imbattersi in coltivazioni di biancolilla, per l’elevato rendimento, uno dei tipi di frutti più intensi, con sentori di erba e carciofo. Sottilmente amaro e piccante anche il finale dell’estrazione della coratina, una produzione prestigiosa e antica. Il Salento fa bella mostra di sè con olivi secolari, mentre la Calabria sfoggia fitte ed elevate trame di carolea, ottobratica e tondina.

 

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento