Olive

Olive Ascolane

Olive Ascolane

Olive ascolane segreti di una ricetta

Olive ascolane, un piatto unico, da servire come aperitivo, antipasto o merenda, una ricetta storica che affonda le radici nel 1800 e che troppo spesso viene chiamata in causa da mere imitazioni. Epicentro di questo terremoto di gusto sono le olive verdi e, da sottolineare, le olive italiane.

La preparazione autentica della ricetta “olive ascolane” ha luogo nel breve periodo che va da Natale a Pasqua. Ciò è dovuto al semplice fatto che l’unica attrice contemplata è, ovviamente, l’ascolana tenera, una drupa grande, ovale, di sapore molto gradevole, che si raccoglie ancora verde. É ricca di polpa, compatta e dotata di una tenerezza che dura solo per alcuni mesi dal raccolto: così si spiega l’intervallo indicato per il consumo. In altri periodi dell’anno questa delizia è realizzata con altre olive verdi solitamente italiane, di Puglia e Sicilia.

Cucinarle è difficile e richiede una reale esperienza da cuochi provetti dietro ai fornelli. Gli ingredienti, a seconda dei casi, comprendono tre differenti tipi di carne (manzo, pollo e maiale) soffritte con carote e sedano e vino bianco. Assieme a formaggio e noce moscata si crea il ripieno con cui poi ogni oliva verrà fritta.

Una porzione di otto olive ascolane contiene circa 336 calorie.

 

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento