Vino italiano news

vino rosato export

vino rosato export

Vino rosato, export crescente

Vino rosato campione di export. Cresce l’affermazione e si consolida la quota di mercato, oggi del 10% a livello globale. Una specialità del Made in Italy che mostra una tendenza di export capace di aumentare due volte più rapidamente che per le altre tipologie di vino italiano.

Export davvero “roseo”, insomma, per il delicato rosato, protagonista in alcune aree di una decisa evoluzione. Basti pensare al consumo nel Regno Unito, che negli ultimi tredici mesi ha visto un incremento del dieci percento di vendite di rosato. Un trend sottolineato anche da Jean Marie Aurand, direttore generale di OIV (Organizzazione Internazionale della vigna e del vino), durante l’ultimo congresso, il trentottesimo, in cui ha dedicato uno specifico focus al vino rosé.

La produzione italiana equivale a circa sei milioni di ettolitri, uno in meno rispetto alla Francia, con una domanda interna pari a un milione e mezzo (su di una richiesta nazionale complessiva di 20,4). Anche nel Belpaese è prevedibile un forte aumento dei consumi, come rivelano i dati raccolti tra gennaio ed aprile 2015, intervallo in cui sono state registrate ottime performance nell’85% delle cantine italiane. Al centro dell’attenzione e di questa riscoperta soprattutto le bollicine rosa. E i rosati della regione Puglia.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento