HomeMercatiUSA, via libera di FDA alle carni di bovini OGM

USA, via libera di FDA alle carni di bovini OGM

L’8.3.22 FDA, la Food and Drug Administration, ha dato il via libera in USA all’immissione in commercio di carni di bovini OGM, sottoposti ad alterazioni del DNA con la tecnica CRISPR-Cas9 (1,2).

Si aggiunge così un’ulteriore variabile nella roulette americana dei rischi per la salute pubblica legati a carni bovine prive di tracciabilità su clonazione, ormoni e farmaci dopanti, farine animali nei mangimi (3,4).

CRISPR-Cas9, alterazioni genomiche in libertà

Le alterazioni genomiche intenzionali (Intentional Genomic Alterations, IGA) realizzate mediante tecnica CRISPR-Cas9, come si è visto, hanno avuto straordinario sviluppo in USA negli ultimi anni. (5) E le confederazioni agricole europee e italiane – agli ordini delle Big 4, i monopolisti globali di pesticidi e sementi – hanno già convinto i rispettivi governi a proporre la deregulation dei nuovi OGM (6,7).

Le citate lobby stanno ora già strumentalizzando la crisi internazionale in atto per forzare le istituzioni ad ammettere sia l’importazione di derrate OGM non autorizzate in UE, sia la semplificazione oltre ogni logica (1,2) della valutazione del rischio sui nuovi OGM. Gli ingenui agricoltori iscritti a Coldiretti et al. si troveranno così ad aumentare la loro dipendenza dall’agrochimica con listini ad alta volatilità (8,9).

Bovini OGM e carni bovine OGM, l’autorizzazione USA

Il Center for Veterinary Medicine (CVM) della Food and Drug Administration (FDA) ha valutato le alterazioni genetiche intenzionali apportate con la tecnica Crispr ai bovini OGM dell’azienda Recombinetics come ‘a basso rischio’. Di conseguenza, FDA ha autorizzato l’immissione in commercio delle carni bovine OGM derivate da tali animali senza richiedere l’autorizzazione preventiva dell’alterazione genetica loro apportata.

FDA ha così semplificato radicalmente un processo di autorizzazione che aveva chiesto numerosi anni, nel caso del salmone OGM AA (AquAdvantage) a crescita rapida e gigantesca. (11) La procedura semplificata è già stata seguita per la produzione di animali a uso medico, come il suino impiegato per il primo trapianto di cuore da animale a essere umano. FDA esprime così la propria discrezione nell’applicare una procedura piuttosto che un’altra.

Il toro OGM ‘brillante’

Il bovino OGM di Acceligen Inc (gruppo Recombinetics) è un Bos taurus PRLR-SLICK, letteralmente ‘brillante’. (11) Si caratterizza per il cappotto corto e liscio che permette agli animali di sopportare più facilmente il caldo. Il bestiame non stressato dal calore può ingrassare più facilmente, aumentando così la produttività espressa in kg di carne.

La modifica genetica può venire trasmessa, attraverso lo sperma e gli embrioni, per produrre – ovunque nel mondo – prole con gli stessi cappotti più corti. Considerato che la gestazione richiede circa nove mesi e i vitelli potrebbero venire macellati dopo circa 10 mesi, le carni bovine OGM potrebbero raggiungere il mercato entro un paio d’anni.

Nessuna notizia in etichetta

Steven Solomon, direttore del Center for Veterinary Medicine di FDA, ha spiegato che la valutazione del rischio sui bovini OGM di Recombinetics da parte dell’agenzia ha richiesto ‘diversi mesi’. E si è conclusa con favore grazie al fatto che l’alterazione introdotta nel DNA non è nuova alle genetiche bovine esistenti. Senza veder ragione affinché la carne degli animali o della loro prole debba essere etichettata diversamente.

Reazioni degli stakeholders

Le reazioni degli stakeholders sono state più blande di quanto si potesse immaginare. Greg Jaffe, specialista in biotecnologie al Center for Science in the Public Interest (CSPI), si accontenterebbe di maggiore trasparenza sulle procedure in corso, da parte di FDA, ‘in modo che la gente sappia cosa c’è in cantiere. Questo potrebbe portare a una migliore accettazione pubblica e minimizzare qualsiasi potenziale interruzione economica dal commercio globale, poiché altri Paesi potrebbero richiedere l’etichettatura OGM’. (12)

Il Center for Food Safety, per voce di Jaydee Hanson, ha più ragionevolmente annotato che l’agenzia dovrebbe tenere traccia degli animali OGM e della loro prole, nel corso delle generazioni, per garantire che non si verifichino problemi imprevisti. Proprio come si sarebbe dovuto fare e non è stato fatto nel caso delle clonazioni. Vale la pena aggiungere, tra i rischi che potrebbero emergere – e sono emersi in una precedente varietà di bovini OGM, i tori senza corna della stessa Recombinetics – quello dell’antibiotico-resistenza. (13)

Conclusioni provvisorie

Il ‘futuro presente’ non può che venire osservato, nei suoi sviluppi in mercati privi di regole strutturate sull’analisi del rischio di breve, medio e lungo termine.

Si intravede al contempo l’opportunità di garantire le linee genealogiche tradizionali e tipiche dei territori con strumenti innovativi come la blockchain pubblica. (14)

Dario Dongo

Note

(1) Dario Dongo, Riccardo Clerici, Silvia Comunian. Nuovi OGM, è indispensabile rafforzare l’analisi del rischio. Rassegna scientifica. GIFT (Great Italian Food Trade). 14.6.20, https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/nuovi-ogm-è-indispensabile-rafforzare-l-analisi-del-rischio-rassegna-scientifica

(2) NBT, il lato oscuro delle nuove tecniche di editing. Rassegna scientifica. GIFT (Great Italian Food Trade). 6.3.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/nbt-il-lato-oscuro-delle-nuove-tecniche-di-editing-rassegna-scientifica

(3) Dario Dongo. Carni bovine con ormoni dal Canada all’UE. CETA, quali garanzie? GIFT (Great Italian Food Trade). 25.1.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/carni-bovine-con-ormoni-dal-canada-all-ue-ceta-quali-garanzie

(4) Dario Dongo. Mucca pazza in Canada. Cina, Corea del Sud e Filippine bloccano le importazioni. GIFT (Great Italian Food Trade). 24.1.22, https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/mucca-pazza-in-canada-cina-corea-del-sud-e-filippine-bloccano-le-importazioni

(5) Dario Dongo. USA, 45mila nuovi Ogm l’anno fuori controllo. GIFT (Great Italian Food Trade). 8.7.19, https://www.greatitalianfoodtrade.it/mercati/usa-45mila-nuovi-ogm-l-anno-fuori-controllo

(6) Dario Dongo. OGM, il nuovo impero che avanza. GIFT (Great Italian Food Trade). 26.7.19, https://www.greatitalianfoodtrade.it/idee/ogm-il-nuovo-impero-che-avanza

(7) Marta Strinati, Dario Dongo. Nuovi Ogm, il Movimento 5 Stelle azzarda il blitz libera-tutti. La denuncia di associazioni e società civile. GIFT (Great Italian Food Trade). 16.12.21, https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/nuovi-ogm-il-movimento-5-stelle-azzarda-il-blitz-libera-tutti-la-denuncia-di-associazioni-e-società-civile

(8) Dario Dongo. Nuovi OGM a servizio degli agrotossici. La prova del 9 nel nuovo mais GE di Monsanto. Petizione. GIFT (Great Italian Food Trade).
4.7.20, https://www.greatitalianfoodtrade.it/consum-attori/nuovi-ogm-a-servizio-degli-agrotossici-la-prova-del-9-nel-nuovo-mais-ge-di-monsanto-petizione

(9) Dario Dongo. Nuovi OGM, il grande bluff. Égalité. 4.7.20, https://www.egalite.org/nuovi-ogm-il-grande-bluff/

(10) Intentional Genomic Alterations in Animals: Enforcement Discretion. FDA (Food and Drug Administration). Last access 24.3.22, https://www.fda.gov/animal-veterinary/animals-intentional-genomic-alterations/intentional-genomic-alterations-animals-enforcement-discretion

(11) Dario Dongo. Il salmone GM al vaglio della Food & Drug Administration. Il Fatto Alimentare. 24.7.10, https://ilfattoalimentare.it/il-salmone-gm-al-vaglio-della-food-drug-administration.html

(12) FDA. Risk Assessment Summary – V-006378 PRLR-SLICK cattle. https://www.fda.gov/media/155706/download

(13) Jonathan Latham, Allison Wilson. FDA Finds Unexpected Antibiotic Resistance Genes in ‘Gene-Edited’ Dehorned Cattle. Independent Science News for Food and Agriculture. 12.8.19, https://www.independentsciencenews.org/news/fda-finds-unexpected-antibiotic-resistance-genes-in-gene-edited-dehorned-cattle/

(14) Dario Dongo. Blockchain agroalimentare, da Walmart alla FDA in USA, Wiise Chain in Italia. Verso il Web 3. GIFT (Great Italian Food Trade). 9.2.22, https://www.greatitalianfoodtrade.it/idee/blockchain-agroalimentare-da-walmart-alla-fda-in-usa-wiise-chain-in-italia-verso-il-web-3

+ posts

Dario Dongo, avvocato e giornalista, PhD in diritto alimentare internazionale, fondatore di WIISE (FARE - GIFT – Food Times) ed Égalité.

Articoli correlati

Articoli recenti

Commenti recenti

Translate »