Mercati

Olio di oliva, joint venture tra Costa d’Oro e Avril

Olio di oliva, joint venture tra Costa d’Oro e Avril

La joint venture Costa d’Oro-Avril realizza il terzo polo mondiale dell’olio extravergine d’oliva

Costa d’Oro – uno dei marchi leader nell’extravergine sul canale retail in Italia – ha annunciato la definizione di una joint-venture (jv) con il colosso francese Avril. Nasce così il terzo gruppo dell’olio extravergine di oliva IdM (Industria di Marca) a livello planetario. 

Il celebre marchio italiano – che fonda il proprio successo sull’integrità della filiera e la qualità delle produzioni – avrà finalmente spazio per una crescita organica sui mercati internazionali.

L’azienda di Spoleto vende ora in Italia 15 milioni di litri di olio di oliva l’anno, con il 70% della produzione destinato all’export e un fatturato di € 143,5 milioni (2017). La sinergia col colosso francese mira a promuovere lo storico marchio umbro – proprio quest’anno alla sua cinquantesima candelina – sul mercato globale. 

Il mercato dell’olio d’oliva vale ora nel mondo 12 miliardi di euro (2017) ed è tuttora dominato dalle produzioni spagnole. La prospettiva è dunque quella di affermare il valore e l’unicità dell’extravergine Made in Italy a livello globale. In Cina e Nord America soprattutto, le cui dimensioni e complessità richiedono investimenti di rilievo.

Il gruppo francese Avril, a sua volta, fattura 5,9 miliardi di euro ed è organizzato su presente in 21 Paesi. Opera nel settore di oli e condimenti con lo storico marchio Lesieur (1908), e in vari altri ambiti. Alimenti e mangimi, chimica e biodiesel.

Dario Dongo

Informazioni sull'autore