Mercati

Covid-19. Decreto liquidità, 400 miliardi di supporto a imprese e professionisti

Covid-19. Decreto liquidità, 400 miliardi di supporto a imprese e professionisti

Il c.d. decreto liquidità, nel dare seguito al ‘Cura Italia’, stanzia 400 miliardi di euro complessivi a favore di imprese e professionisti. Oltre a introdurre una serie di misure volte a mitigare l’impatto di Covid-19 sull’economia del Paese. (1)

Garanzie statali per l’accesso al credito per imprese e professionisti, sostegno all’export e all’internazionalizzazione, Golden Power, sospensione dei versamenti fiscali e contributivi e dei termini per procedimenti civili e penali.

L’importo è frazionato in una serie di misure volte a facilitare e garantire l’accesso al credito per detti soggetti, nonché a sostenere le esportazioni e l’internazionalizzazione e la continuità aziendale.

Prestiti garantiti dallo Stato

Tutte le imprese con sede in Italia, fino al 31.12.20, possono richiedere finanziamenti sotto qualsiasi forma, di durata non superiore ai 6 anni, con facoltà di pre-ammortamento fino a 24 mesi. Dei 200 miliardi messi a disposizione dallo Stato per la garanzia sui prestiti, 30 miliardi sono esclusivamente destinati a PMI, lavoratori autonomi e liberi professionisti titolari di partita IVA, i quali abbiano pienamente utilizzato la loro capacità di accesso al Fondo Centrale di Garanzia.

La garanzia statale – esplicita, incondizionata ed irrevocabile – è rilasciata entro il 31.12.20, attraverso la SACE S.p.A., società partecipata da Cassa Depositi e Prestiti. Copre tutti i finanziamenti concessi all’impresa a seguito dell’entrata in vigore del decreto. Per capitale, interessi e oneri accessori, fino all’importo massimo garantito.
Le garanzie sono tuttavia escluse per le imprese registrate in difficoltà, al 31.12.19, nonché per le esposizioni deteriorate.

La copertura delle garanzie, che varia tra il 70 e il 90%, si articola come segue:

– 90% dell’importo del finanziamento richiesto alle imprese <5.000 dipendenti in Italia e fatturato <1,5 miliardi di euro. Con procedura semplificata,

– 80% per imprese con >5.000 dipendenti e fatturato nella fascia € 1,5-5 miliardi,

– 70% per le imprese con fatturato sopra i 5 miliardi.

La garanzia diretta riceve altresì copertura massima (90%) nel caso di operazioni finanziarie con durata fino a 72 mesi, purché l’importo totale delle operazioni non superi il tetto massimo stabilito nel decreto liquidità.

Vincoli. Il finanziamento coperto da garanzia statale è vincolato a finalità di destinazione a costi del personale, investimenti e capitale circolante su stabilimenti produttivi e attività d’impresa localizzate in Italia.

Fondo PMI

Le PMI (<500 dipendenti), i lavoratori autonomi e liberi professionisti titolari di partita IVA – a seguito di esaurimento delle risorse loro destinate dal Fondo Centrale di Garanzia PMI – possono anche accedere alle coperture attraverso SACE. La procedura di accesso al Fondo viene agevolata, in deroga temporanea ad alcune disposizioni vigenti. Così, fino al 31.12.20:

– la garanzia a favore delle PMI viene concessa a titolo gratuito,

– l’importo massimo garantito per ciascuna impresa viene elevato a 5 milioni di euro.

Al Fondo PMI vengono assegnati € 1,729 miliardi per l’anno 2020. A cui si aggiungono 100 milioni di euro messi a disposizione dell’ISMEA per la copertura delle garanzie prestate al settore agricolo.

Altre misure

Si aggiunge poi una miscellanea di previsioni, che spazia nei vari ambiti di:

  • sostegno all’export di prodotti italiani e all’internazionalizzazione delle imprese (v. paragrafo successivo),
  • adempimenti fiscali e contributivi, procedimenti giudiziali ed amministrativi. Sospensioni e proroghe dei termini,
  • Golden Power. Estensione delle prerogative statali su fusioni e acquisizioni di imprese che operano nei settori di rilevanza strategica.

Export e internazionalizzazione

Le assicurazioni e garanzie finora offerte dalla SACE – Servizi Assicurativi del Commercio Estero – per promuovere l’export dei prodotti italiani e l’internazionalizzazione delle imprese sono rafforzate come segue:

– intervento dello Stato su ciascun impegno. Nella misura sostanziale del 90%, su capitale e interessi, lasciando a SACE la quota residuale del 10% e senza vincolo di solidarietà,

– deroga alle precedenti previsioni in materia di assicurazione e garanzia sui rischi diversi rispetto a quelli di mercato.

Comitato per il sostegno finanziario pubblico all’esportazione

Il Comitato per il sostegno finanziario pubblico all’esportazione viene istituito presso il Ministero Economia e Finanze (MEF). Tra le funzioni a esso affidate si segnalano:

– valutazione sulle operazioni da assicurare ovvero sottoporre a preventiva autorizzazione del MEF,

– esame delle operazioni che possano determinare elevati rischi di concentrazione,

– relazione al governo su rischi finanziari, procedure di gestione, proposte programmatiche.

Adempimenti fiscali

I versamenti fiscali (IVA e gli altri versamenti in autoliquidazione) dovuti ad aprile e maggio 2020 sono sospesi a favore di alcune imprese e soggetti esercenti arti o professioni, con domicilio fiscale o sede legale od operativa in Italia, al ricorrere delle condizioni che seguono:

– riduzione >33% di fatturato o corrispettivi (a marzo e aprile 2020 a raffronto con gli stessi mesi del 2019), in caso di ricavi o compensi <50 milioni di euro nel precedente periodo d’imposta, ovvero

– diminuzione >50% di fatturato o corrispettivi (nei mesi di marzo ed aprile 2020, rispetto agli stessi mesi nel 2019), per i soggetti con ricavi o compensi >50 milioni.

La sospensione si applica anche a coloro che abbiano intrapreso l’attività dopo il 31.3.19.

Contributi previdenziali e assistenziali

I contributi previdenziali e assistenziali, nonché i premi relativi all’assicurazione obbligatoria, sono parimenti sospesi.
La sospensione si applica anche agli enti non commerciali che svolgano attività istituzionale d’interesse generale al di fuori del regime d’impresa.

I versamenti sospesi dovranno comunque venire corrisposti entro il 30.6.20. Il pagamento potrà venire effettuato entro tale data, senza applicare di sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione. Ovvero mediante rateizzazione, fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo, a decorrere da giugno 2020.

Ritenuta d’acconto. I soggetti con domicilio fiscale (ovvero sede legale od operativa) in Italia e ricavi o compensi <400 mila euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso al 17.3.20 non sono soggetti a ritenuta d’acconto per i ricavi e compensi percepiti tra il 17.3.20 e il 31.5.20, a condizione che nei mesi precedenti non abbiano sostenuto spese per prestazioni di lavoro dipendente o assimilato.

Certificazione Unica 2020, assistenza fiscale da remoto, DURF

Certificazione Unica 2020.Viene prorogato al 30.4.20 il termine per l’invio telematico della Certificazione Unica all’Agenzia delle Entrate.

Assistenza fiscale da remoto. È prevista la possibilità di invio telematico della dichiarazione dei redditi 730 riferita al periodo d’imposta 2019.

Appalti e DURF. La validità dei documenti di regolarità fiscale (Durf) emessi nel mese di febbraio 2020 è estesa fino al 30.6.20.

Dispositivi di protezione e sicurezza, sanificazione

Un credito d’imposta supplementare, nella misura del 50% delle spese sostenute fino al 31.12.20, è stabilito per:

– acquisto di dispositivi di protezione individuale (es. mascherine chirurgiche, FFP2 e FFP3, guanti, visiere di protezione e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari) e di sicurezza sul luogo di lavoro,

– attività di sanificazione di ambienti e strumenti di lavoro a fini di prevenzione dal contagio da COVID-19. (2)

L’importo massimo elargibile per ciascun beneficiario ammonta 20 mila euro, entro un tetto massimo di disponibilità complessiva pari a € 50 milioni.

Bonus prima casa

I requisiti necessari per il ricorso al c.d. ‘bonus prima casa’ vengono attenuati. Mediante sospensione, per il periodo che intercorre dal 23.2.20 al 31.12.20, di alcuni presupposti già stabiliti a pena di decadenza:

– spostamento della residenza entro i 18 mesi,

– riacquisto entro un anno, in caso di vendita prima dei 5 anni dal primo acquisto.

Giustizia, atti e procedimenti amministrativi

Giustizia. tutti i termini processuali slittano dal 15.4.20 all’11 maggio.

Atti e procedimenti amministrativi. Con riguardo agli atti amministrativi in scadenza ed i procedimenti amministrativi, il termine del 15 aprile 2020 e’ stato prorogato al 15 maggio 2020.

Golden power

Il Golden power – uno scudo normativo volto a mantenere controllo sulle acquisizioni, anche parziali, di imprese italiane da parte di società e investitori stranieri – viene esteso a settori economici ulteriori rispetto a quelli finora previsti. (3) Per consentire al Governo l’esercizio di particolari prerogative di intervento sul mercato. In relazione a società, sia pubbliche che private, che svolgano attività di rilevanza strategica.

I settori interessati dall’esercizio di detti poteri speciali da parte del Governo:

  • difesa, sicurezza nazionale, trasporti, energia e comunicazioni (dal 2012),
  • reti di telecomunicazione elettronica a banda larga con tecnologia 5G (dal 2019),
  • alimentare e sanitario, assicurativo e finanziario (con il ‘decreto liquidità’, DL 8.4.20 n. 23).

Questa misura mira a salvaguardare le imprese italiane rispetto al rischio che investitori possano approfittare della vulnerabilità attuale delle aziende italiane, particolarmente coinvolte dagli effetti della diffusione del COVID-19, avanzando proposte di acquisto o di cessione di rami d’azienda.

Selena Travaglio e Dario Dongo

Note

(1) Decreto liquidità. DL 8.4.20 n. 23. Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali. In GU Serie Generale n. 94, 8.4.20 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/08/20G00043/s)

(2) Protocollo 14.3.20 per il contenimento di Covid-19 nei luoghi di lavoro. V. https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/coronavirus-misure-di-contenimento-negli-ambienti-di-lavoro-protocollo-14-3-20

Sicurezza dei lavoratori e responsabilità dei datori. V. https://www.greatitalianfoodtrade.it/sicurezza/covid-19-sicurezza-dei-lavoratori-e-responsabilità

Mascherine e respiratori FFP2, FFP3 (N95), approfondimenti. V. https://www.greatitalianfoodtrade.it/salute/covid-19-mascherine-chirurgiche-e-respiratori-ffp3-n95-e-ffp2-approfondimento

(3) Golden Power. D.L. 15.3.12 n. 21, convertito in legge 11.5.12 n. 56 (e successive modifiche), reg. UE 2019/452. V. http://www.governo.it/it/dipartimenti/dip-il-coordinamento-amministrativo/dica-att-goldenpower/9296

Informazioni sull'autore