Mercati

Birra italiana, vola l’export

Birra italiana, vola l’export

La birra italiana vanta un crescente apprezzamento all’estero. Il flusso dell’export è di circa due milioni di ettolitri l’anno (erano 600mila 12 anni fa), per due terzi diretto nei mercati anglosassoni.

Gran Bretagna, Stati Uniti e Canada sono le prime destinazioni, alle quali seguono Australia, Estremo Oriente, Russia e persino un paese tradizionalmente birraio come la Danimarca.

In media il 16% della birra di produzione italiana va all’estero. Protagonista ne è l’intero settore, i grandissimi, i medi e i microbirrifici. Questi ultimi, oggetto di una crescita molto dinamica, sono ormai quasi 600. E veicolano nel mondo un’eccellenza meno nota del Made in Italy, ma sempre più ricercata.