HomeInnovazioneAI4SoilHealth, il progetto in Horizon Europe a favore della salute dei suoli

AI4SoilHealth, il progetto in Horizon Europe a favore della salute dei suoli

Creare una piattaforma digitale basata sull’Intelligenza Artificiale per valutare la salute del suolo, un sistema di certificazione dell’indice di salute dei suoli e un’app gratuita per aiutare gli agricoltori a migliorare le pratiche agricole. Questi sono gli obiettivi di AI4SoilHealth, un progetto finanziato all’interno del programma Horizon Europe.

Il progetto AI4SoilHealth

La missione di AI4SoilHealth è migliorare la salute dei suoli. Per questo creeranno una app gratuita pensata per agricoltori e aziende agricole che, combinando l’intelligenza artificiale e le tecniche di misurazione della salute del suolo, definirà quali sono le modifiche alle pratiche di gestione dei terreni da apportare.

Al progetto sono coinvolti 28 partner esperti della salute del suolo e 11 Paesi che ospitano 100 laboratori viventi dove verranno condotti gli esperimenti sul campo per valutare le varie pratiche rigenerative. Sono 8 gli obiettivi che guidano la missione:

  • Ridurre la desertificazione
  • Conservare le scorte di carbonio organico del suolo
  • Interrompere l’impermeabilizzazione del suolo e aumentare il riutilizzo dei suoli urbani
  • Ridurre l’inquinamento del suolo e migliorarne il ripristino
  • Prevenire l’erosione
  • Migliorare la struttura del suolo per migliorarne la biodiversità
  • Ridurre l’impronta globale dell’UE sul suolo
  • Migliorare l’alfabetizzazione del suolo nella società (1)

Perché è importante avere suoli in salute?

Un suolo in salute garantisce la sicurezza degli approvvigionamenti alimentari che dipendono per il 95% da tale elemento. Dalla salute dei suoli dipende anche il 25% della biodiversità a livello planetario.

Dalla salute del suolo dipendono inoltre vari servizi ecosistemici fondamentali come l’assorbimento del carbonio, la purificazione delle acque, il controllo dei parassiti, la prevenzione di inondazioni, smottamenti, siccità e desertificazione.  (2)

La salute del suolo

Secondo la FAO il 33% dei suoli è degradato e si stima che se le pratiche di degradazione proseguono a ritmo costante entro il 2050 la percentuale di suolo degradato raggiungerà il 90%. In Europa il 60-70% dei suoli versa in cattivo stato di salute, fino al degrado e alla desertificazione. Mentre in Italia il 21,3% del suolo è considerato potenzialmente a rischio desertificazione.

Le principali cause del degrado sono l’erosione, la salinizzazione, la compattazione, l’acidificazione e l’inquinamento chimico dei suoli. Altri fattori sono l’urbanizzazione sempre più rapida dei terreni, che vengono contaminati dagli sversamenti delle industrie o che soffocano sotto manti di cemento e asfalto. Inoltre, anche a causa dell’aumento della popolazione e, di conseguenza, delle aree agricole, i terreni stanno perdendo carbonio, nutrienti e biodiversità. (3)

Conclusioni

Ripristinare i suoli è fondamentale e abbiamo poco spazio di intervento a causa dei cambiamenti climatici. Cambiamenti climatici che un suolo in salute aiuterebbe a mitigare. Per questo, nei prossimi 3 anni i partner di AI4SoilHealth raccoglieranno i dati provenienti dalle aziende agricole e dai siti pilota per poi condividere i risultati attraverso una infrastruttura digitale aperta a livello europeo.

I risultati verranno condivisi anche con i responsabili politici della gestione dei territori perché mettano in atto politiche attive. Un passo in tal senso è la presentazione da parte dell’Unione Europea di una legge di monitoraggio del suolo per una transizione verso suoli sani entro il 2050. (4,5)

Per diffondere la conoscenza sull’importanza dei suoli sani, IA4SoilHealth ha collaborato con i partner di comunicazione del Regno Unito – la Soil Association – per creare un nuovo sito web. (6)

Solo gli agricoltori e i gestori del territorio sono gli agenti del cambiamento in un paesaggio. Come comunità di ricercatori open source, speriamo che, facendo emergere informazioni sul suolo esistenti e all’avanguardia attraverso lo spazio e il tempo, possiamo coltivare un ambiente di autodeterminazione per gli agricoltori, a beneficio di tutti i nostri figli”. (7)

Alessandra Mei

Note

(1) AI4SoilHealth. Our challenge https://ai4soilhealth.eu/about/ 

(2) Dario Dongo. Protezione del suolo, strategia 2030. L’ABC. GIFT (Great Italian Food Trade) 6.12.2021

(3) FAO. I suoli sono in pericolo, ma il deterioramento non è irreversibile. 4.12.2015 https://www.fao.org/news/story/it/item/357172/icode/ 

(4) Dario Dongo, Alessandra Mei. Protezione del suolo, il Parlamento europeo chiede regole vincolanti. GIFT (Great Italian Food Trade) 25.4.2021

(5) European Commission. Proposal for a Directive on Soil Monitoring and Resilience. 5.7.2023 https://environment.ec.europa.eu/publications/proposal-directive-soil-monitoring-and-resilience_en 

(6) Dan Iles. Artificial Intelligence to support European transition to healthy soils. AI4SoilHealth 20.9.2023 https://ai4soilhealth.eu/artificial-intelligence-to-support-european-transition-to-healthy-soils/ 

(7) Dichiarazione di Ichsani Wheeler, OpenGeo Hub Foundation

Alessandra Mei
+ posts

Laureata in Giurisprudenza all'Università di Bologna, ha frequentato il Master in Food Law presso la stessa Università. Partecipa alla squadra di WIISE srl benefit dedicandosi ai progetti europei e internazionali di ricerca e innovazione.

Articoli correlati

Articoli recenti

Commenti recenti

Translate »