Idee

Qualità e tecnologia

"Italiano? Pizza, spaghetti, mandolino!" Era la battuta classica degli inglesi, con un po’ d’ironia e pure un po’ d’invidia verso le delizie, i colori e la musica del belpaese. Nell’immaginario collettivo, pizza e Italia sono sinonimi. Dovrebbe essere lo stesso nel segmento dei surgelati. Ma il nome ‘pizza’ è anche oggetto dei più clamorosi abusi. Se si guarda al mondo, inoltre, in molti paesi è considerata un prodotto americano, data la capacità produttiva e distributiva Usa proprio nel comparto delle surgelate.

La migliore qualità della pizza surgelata italiana è legata al fatto che, grazie a tecnologie all’avanguardia, mantiene i profumi e le caratteristiche organolettiche della pizza italiana appena sfornata. E lungo tutta la catena del freddo, questi elementi distintivi si preservano, anche dopo il trasporto su lunghe distanze. La pizza surgelata di produzione nazionale ha già iniziato a farsi conoscere in India. Per chi non ha occasione di frequentare una vera pizzeria italiana, meglio ricorrere a una pizza surgelata, rigorosamente ‘Made in Italy’ (bando alle imitazioni!).