Idee

Opportunità anche per l’alimentare

L’Agenzia Nuova Cina annuncia le riforme di Pechino nel sistema di registrazione delle imprese, per facilitare l’accesso al mercato cinese e promuovere gli investimenti in economia sociale. Vale a dire, ad esempio, sulla sostenibilità dei processi produttivi nel settore agricolo e alimentare, dalla coltivazione delle colture all’allevamento di bestiame, dalla distribuzione all’imballaggio. La revisione delle regole per le imprese è parte di una più ampia riforma amministrativa.

L’obiettivo è aumentare il livello di trasparenza e concorrenza e farne pilastri del fare business in Cina, mobilitando capitale sociale e sostenendo la crescita delle piccole e micro aziende. Le misure andranno attuate "a tutti i livelli", si legge in un documento del Consiglio di Stato.

Tra le imminenti disposizioni: le ispezioni annuali sulle imprese registrate in Cina diventeranno relazioni aperte a inchiesta pubblica, anche in caso di risultati negativi; saranno rimossi i minimi di capitale sociale per le società a responsabilità limitata, siano esse strutturate come ditta individuale che come società di capitali; verranno introdotte agevolazioni per l’accesso al credito per ridurre i costi di avvio di nuove imprese.