Idee

Le stime Assoenologi

La vendemmia 2013 in Italia potrebbe far registrare un record storico per quantità e qualità. Secondo le ultime previsioni di Assoenologi (la più antica associazione italiana dei tecnici vitivinicoli, fondata nel 1891) saranno conferiti a cantine sociali e private tra i 60 e i 63 milioni di quintali di uva da vino che equivalgono a 44-45 milioni di ettolitri (hl) di vino. Un quantitativo superiore dell’8% rispetto all’anno precedente, quando la produzione raggiunse i 41,1 milioni di hl, sottolinea il nostro media partner DM.
Per la qualità sono fondamentali settembre e ottobre. Se le condizioni meteo si manterranno in linea con i mesi precedenti, che hanno propiziato una maturazione lenta e graduale delle uve, il 2013 sarebbe un’annata straordinaria per i vini italiani. Il continuo miglioramento della qualità, tra l’altro, è un dato di lungo termine riconosciuto dagli esperti e dai mercati internazionali.
Il 2012 si è chiuso con un calo dell’export in volume ma con un incremento del 6,5% in valore sul 2011, si ricorda nell’analisi di DM. La prima parte del 2013 mette in luce un’ulteriore crescita del 9,8% di questo parametro, con un leggero decremento dei volumi pari all’1,9%, mentre il prezzo al litro delle nostre vendite all’estero all’ingrosso è aumentato del 12%.