Idee

La guida Stevenson premia la qualità tricolore

Franciacorta e Oltrepò Pavese. TrentoDoc e Alta Langa. E l’elogio del Metodo charmat (tutto italiano e diverso dal Classico o champenoise), senza rifermentazione in bottiglia, e della sua punta di diamante: il Prosecco. Non sono poche le soddisfazioni per i vini spumanti italiani della prestigiosa "World Encyclopedia of Champagne & sparkling wine", firmata da Tom Stevenson e pubblicata dalla casa d’aste Christie’s. 

Le bollicine italiane conquistano primati e pagine della guida, accanto agli champagne francesi, ma con una marcia in più. I vini italiani, come le produzioni eno-gastronomiche made in Italyin generale, sono infatti unici al mondo per la varietà dei territori e dei prodotti di alta gamma.

Alla Franciacorta, con 61 aziende recensite, spetta la parte del leone. Ma trovano spazio anche pregiate bottiglie del Trentino, con il Ferrari, del Piemonte, e del Veneto con il Cartizze dry di Bisol.