Idee

L’export deve fornire più garanzie

Il Giappone chiede maggiori informazioni sull’origine degli alimenti che importa. La richiesta si aggiunge alle già stringenti garanzie che accompagnano l’export verso il Sol Levante, ed è frutto di uno scandalo che sta scuotendo l’opinione pubblica giapponese, riferisce il Japan Times.

A ottobre 2013 è emerso che numerosi ristoranti nipponici, anche di alto livello, hanno servito pasti composti di alimenti diversi da quelli dichiarati nel menu. Pesce surgelato invece del fresco, ortaggi di dubbia origine, ingredienti di qualità inferiore a quanto promesso. La diffusione delle notizie ha prodotto indignazione tra i consumatori e una forte domanda di controlli pubblici più serrati.

Mentre il governo giapponese valuta se estendere l’indicazione di origine ai cibi serviti nella ristorazione, le imprese si cautelano chiedendo ai fornitori esteri di certificare la provenienza degli alimenti e fornirne la tracciabilità. Requisiti scontati per i produttori italiani selezionati da GIFT, che operano nel rispetto degli standard europei e internazionali a garanzia di sicurezza, qualità e autenticità delle produzioni alimentari.