Idee

L’export è determinante

Il 76% delle più importanti aziende produttrici di vino in Italia archivia il 2012 con un bilancio positivo, registrando una previsione al rialzo del fatturato, che, in media, si attesta su un +4% sul 2011.
Nonostante una situazione economica ancora agitata, il 95% delle cantine in Italia esprime sentimenti positivi anche per il 2013, che sarà sempre più determinato dall’export.
Almeno così la pensano trenta tra le realtà enologiche più importanti d’Italia che, complessivamente, rappresentano un fatturato di 2 miliardi di euro, più del 20% del ‘fatturato vino’ complessivo d’Italia.
Lo scivolone dei consumi interni di vino ha aperto qualche crepa nel muro, ma la solidità imprenditoriale del mondo del vino italiano non è in discussione. Soprattutto grazie alla forza dell’export che, attualmente, si attesta a record storici.
Un ‘peso’ quasi totalizzante, visto che, per il 95% del campione, il 2012 è stato un anno all’insegna delle crescenti vendite fuori dai confini nazionali, con un +13% sul 2011, in media, in termini di aumento di fatturato.