Idee

Il falso grana non passa! MD-LD fa le pentole, ma non i coperchi.

Il falso grana non passa! MD-LD fa le pentole, ma non i coperchi.

 

Il falso grana è servito. C’è il tricolore in bella evidenza, l’uomo baffuto di nome Vittorio, ma il formaggio è prodotto all’estero. E per giunta assomiglia a uno dei più celebri ambasciatori del ‘Made in Italy’. Succede alla LD-MD, e neppure all’estero, ma sul suolo del Belpaese.

Ecco qui le immagini di una orribile imitazione di Grana Padano DOP, commercializzata dalla catena di discount LD-MD con il marchio ‘Gran di Vittorio’. Un Gran pasticcio diremmo noi, e vediamo perché. 

finto grana fronte 225x300    finto grana retro 225x300

Il prodotto in questione è molto e anzi troppo simile – nel nome e nell’aspetto, ivi compresa la modalità di confezionamento – al Grana Padano vero. Con tre ‘sole’ differenze, se così si può dire.

Il falso grana in tre dettagli

– la prima, quasi trascurabile agli occhi dei consumatori, è l’assenza della ‘a’ finale alla parola ‘Grana’;

– la seconda differenza, per i consumatori più accorti, è l’assenza del marchio comunitario che contrassegna la DOP;

– ‘dulcis in fundo’, l’amara rivelazione sul retro etichetta. A dispetto dei colori verde bianco e rosso, del baffo e del nome che trionfano sul fronte, si tratta di un ‘formaggio a pasta dura’ prodotto in Ungheria e ‘stagionato in Italia’. Per giunta confezionato nel cuore della ‘Padania’, in provincia di Reggio Emilia (!).

Alle autorità deputate ai controlli pubblici ufficiali, alla magistratura e all’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato ogni più accorta valutazione e qualifica della fattispecie, dal nostro umile punto di vista del tutto inaccettabile! E ai consumatori un invito a tenere gli occhi bene aperti.

(Dario Dongo)

Informazioni sull'autore