Idee

Dal COI i Dati più Recenti e i Megatrend

Dal COI i Dati più Recenti e i Megatrend

Crescono i consumi di olio di oliva nel mondo, con alcuni mercati storici che rallentano ma molte nuove piazze che segnalano sviluppi promettenti. E’ quanto emerge dagli ultimi dati diffusi dal Consiglio Oleicolo Internazionale che prendono a riferimento i primi sette mesi dell’anno di raccolto 2012-2013. Se mete tradizionali dell’export, come gli USA, fanno registrare una lieve flessione, altri target per definizione meno facili, come Giappone (+27%), Cina (+19%) e Brasile (+14%) esibiscono numeri di sicuro interesse. Anche il passo dell’incremento delle esportazioni in Russia (+5%) è confortante, mentre la frenata di Stati Uniti e Canada (+4 e +2%), dovrebbe avere carattere temporaneo.
E’ sempre il COI a offrire un’analisi dei megatrend, o tendenze di lungo periodo, che influenzeranno i consumi. La concentrazione dell’offerta favorirà l’ampliamento della forbice tra grande industria e piccoli produttori, ma c’è spazio per chi saprà conquistare un livello di qualità sempre più alto scommettendo, al contempo, su nuovi canali di distribuzione. Si prevede una maggiore convergenza sull’olio extravergine che aumenterà la competizione, ma all’orizzonte ci sono anche opportunità di vendita differenti, come l’online, con ampi margini di crescita.