Idee

Curtiriso accelera sulla sostenibilità

Curtiriso dà il via alla seconda fase del Percorso Green, il progetto di sostenibilità delle sue produzioni. Il nuovo passo prevede l’indicazione sulle confezioni di riso della “carbon footprint”, l’impronta ambientale misurata in Co2. Il valore si riferisce al singolo prodotto, e tiene conto dell’intero tragitto compiuto dal riso, dal campo alla tavola del consumatore.

Con questa iniziativa, riferita da DM, Curti rilancia l’impegno per la sostenibilità, che ha già concretizzato con l’abbattimento della Co2 emessa mediante produzione di energia rinnovabile nella sua centrale a biomasse.

L’azienda opera dal 1875, ed è tra le più antiche protagoniste dell’agroalimentare italiano, in prima fila tra i produttori di riso del Belpaese, premiati dalla domanda internazionale.
Dal 1994 nel gruppo Euricom, Curti possiede uno dei più grandi stabilimenti per la lavorazione e il confezionamento del riso in Europa. Si trova a Valle Lomellina, una delle aree italiane più estese e storicamente votate alla risicoltura.