HomeIdeeColdiretti, l’Osservatorio Agromafie e la Porsche dell’Agenzia delle Dogane. Il documento

Coldiretti, l’Osservatorio Agromafie e la Porsche dell’Agenzia delle Dogane. Il documento

Ettore Prandini – presidente di Coldiretti e della sua fondazione ‘osservatorio sulla criminalità in agricoltura e sul sistema agroalimentare’ – ha ottenuto una Porsche confiscata e assegnata in uso gratuito al c.d. ‘Osservatorio Agromafie’ dall’ex-direttore generale dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli Marcello Minenna, ora agli arresti domiciliari. #VanghePulite.

1) Direzione Distrettuale Antimafia, l’indagine

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Forlì, in sinergia con la DDA (Direzione Distrettuale Antimafia) di Bologna, il 22 giugno 2023 ha ordinato l’arresto di Marcello Minenna – ora assessore all’Ambiente, le Partecipate, la Programmazione unitaria e i Progetti strategici della Regione Calabria (già Assessore al Bilancio, Patrimonio, Partecipate, Politiche Sociali e Spending Review di Roma Capitale sotto la giunta di Virginia Raggi).

L’indagine riguarda vari episodi di corruzione ed è scaturita da un’inchiesta sull’approvvigionamento delle mascherine e sul traffico di droga’. (1)

Marcello Minenna è stato arrestato assieme all’ex parlamentare della Lega Gianluca Pini e 32 funzionari della prefettura di Ravenna e dell’AUSL Romagna. (2) Secondo gli inquirenti, l’ex-direttore generale dell’Agenzia Dogane (2020-2023, sotto i governi di Giuseppe Conte e Mario Draghi) avrebbe favorito l’import dalla Cina di un enorme carico di mascherine con false certificazioni, (3) in era Covid, che il politico leghista avrebbe poi fornito alla AUSL Romagna realizzando una truffa da 3,5 milioni di euro.

2) Coldiretti e gli ex-direttori dell’Agenzia Accise, Dogane e Monopoli

Le indagini della Procura di Forlì hanno portato alla luce il modus operandi dell’ex-direttore generale dell’Agenzia Dogane (ADM) Marcello Minenna, il quale avrebbe elargito indebiti favori ad alcune ‘figure di spicco’ nei poteri trasversali che affliggono l’Italia.

In questo filone d’inchiesta si inserisce la Porsche affidata in uso da Marcello Minenna, per conto di ADM, alla fondazione ‘osservatorio sulla criminalità in agricoltura e sul sistema agroalimentare’ di Coldiretti.

Coldiretti, che il suo ‘capo dei capi’ Vincenzo Gesmundo sostiene avere il ‘diritto/dovere di sostituirsi alle istituzioni’, ha un feeling particolare con i direttori generali di ADM. Un altro ‘ex’ – Giuseppe Peleggi, a sua volta contestato per un concorso pubblico annullato dal TAR – è infatti divenuto ‘capo area innovazione tecnologica’ di Palazzo Rospigliosi (4,5).

3) Coldiretti, l’Osservatorio Agromafie e la Porsche confiscata

Il contratto stipulato il 10 novembre 2021 tra Marcello Minenna ed Ettore Prandini, nei rispettivi ruoli di direttore generale di ADM e presidente dell’Osservatorio AgroMafie di Coldiretti, è pervenuto alla nostra redazione (v. Allegato). Ed è degno di attenzione già nelle premesse, laddove si riferisce alla possibilità per le Dogane di

➡️ assegnare beni sequestrati ‘ad altra Amministrazione dello Stato secondo lo specifico regime convenzionale appositamente costituito’.

La fondazione ‘osservatorio sulla criminalità in agricoltura e sul sistema agroalimentare’ di Coldiretti non è però una ‘Amministrazione dello Stato’. Ed Ettore Prandini, che risulta aver firmato il contratto, non poteva non conoscere la differenza tra un organo di Stato e una fondazione di diritto privato. A maggior ragione in quanto laureato in giurisprudenza, oltreché figlio di un ex-ministro con una lunga carriera politica alle spalle (6,7).

4) Il contratto

L’Osservatorio Agromafie ha dunque ricevuto in uso gratuito per due anni, con contratto rinnovabile, un’auto sportiva di lusso che ADM avrebbe invece dovuto vendere per restituire all’Erario i proventi di attività illecite. Nella consapevolezza di:

  • non avere alcun titolo a ricevere il bene, il cui affidamento è espressamente riservato alle amministrazioni dello Stato (v. supra, par. 3),
  • non essere plausibile la giustificazione dedotta in contratto (‘non risultano attualmente immediatamente disponibili le procedure di vendita all’asta del mezzo’).

Il consiglio direttivo dell’Osservatorio Agromafie che si suppone aver acconsentito a tale operazione è composto da Ettore Prandini, Vincenzo Gesmundo e Raffaele Grandolini. Vale a dire il presidente, il capo dei capi e il re Mida di Coldiretti. (8)

5) Osservatorio Agromafie

Il comitato scientifico dell’Osservatorio Agromafie di Coldiretti vede la partecipazione degli stessi protagonisti di ‘Mani Pulite’ – Gherardo Colombo (già presidente della UE.Coop di Coldiretti) e Giancarlo Caselli – oltreché procuratori generali, consiglieri della Corte di Cassazione e del Consiglio di Stato, procuratori e sostituti procuratori, lo stesso procuratore nazionale antimafia e vari suoi sostituti, decine di alti magistrati anche in pensione, generali e alti ufficiali dell’Arma dei Carabinieri, la GdF e l’Agenzia delle Entrate, prefetti e questori, dirigenti MiPAAF tra cui l’ispettore capo di ICQRF, etc. ora anche il professore Bernardo Giorgio Mattarella, nipote del presidente della Repubblica italiana.

Ma cosa osserva, questo ‘Osservatorio’? E gli onorati membri del suo comitato scientifico, hanno mai provato a capire come lavora il cerchio magico di Coldiretti? Basterebbe partire dal caso Porsche e magari seguire alcuni spunti umilmente offerti su questo sito, seguendo le parole-chiave ‘Vanghe Pulite’. E si metta finite una volta per tutte con questa colossale presa in giro degli agricoltori e allevatori italiani, le vere vittime di un’organizzazione multiforme che dovrebbe rappresentarli e li ha invece ridotti alla fame, oltre a speculare su di loro (8,9,11,12).

Dario Dongo

Allegato

Contratto 10 novembre 2021 tra Marcello Minenna ed Ettore Prandini, nei rispettivi ruoli di direttore generale di ADM e presidente dell’Osservatorio AgroMafie di Coldiretti

ADM e Fondazione Osservatorio sulla criminalità in agricoltura e sul sistema agroalimentare finalizzato all’utilizzo di autovettura confiscata

Note

(1) Chi è Marcello Minenna, ex capo dell’Agenzia delle Dogane arrestato per l’inchiesta sulle mascherine. https://www.tag24.it/676137-chi-e-marcello-minenna/ Tag 24 UniCusano. 22.6.23

(2) Corruzione, arrestati Minenna e Pini. Il pm: “Pactum sceleris”. https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2023/06/22/arrestati-minenna-e-pini.-pm-pactum-sceleris_151ad4bc-03f2-4f7b-ba1d-78a11ebb5219.html ANSA, redazione di Bologna. 24.6.23

(3) Dario Dongo. Covid-19 e mascherine, l’ABCGIFT (Great Italian Food Trade). 19.3.20

(4) Dario Dongo. Pubblica amministrazione, fedeltà allo Stato o a Coldiretti? #VanghePuliteGIFT (Great Italian Food Trade). 27.6.21

(5) DirPubblica, Federazione del Pubblico Impiego. Lettera del segretario generale al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, 28.4.15. https://www.dirpubblica.it/public/allegati/1770/20150428_a_Renzi_.pdf

(6) Coldiretti, Ettore Prandini eletto presidente nazionale. https://www.coldiretti.it/economia/ettore-prandini Coldiretti. 7.11.18

(7) Morto Giovanni Prandini, era nella “Banda dei quattro” del governo Andreotti. Poi fu travolto dall’inchiesta Mani Pulite. https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/03/12/morto-giovanni-prandini-era-nella-banda-dei-quattro-del-governo-andreotti-poi-fu-travolto-dallinchiesta-mani-pulite/4219987/amp/ Il Fatto Quotidiano. 12.5.18

(8) Dario Dongo. Federconsorzi 2, CAI SpA, AgriRevi, Coldiretti. La cena dei cretiniGIFT (Great Italian Food Trade). 31.1.21

(9) V. paragrafo ‘Estorsioni’ in precedente articolo di Dario Dongo. Illeciti a danno degli agricoltori ed evasioni fiscali, Campagna Amica prosegueGIFT (Great Italian Food Trade). 10.9.21

(10) V. paragrafo ‘Conclusioni provvisorie’ in precedente articolo di Dario Dongo. CAA, il Consiglio di Stato boccia i liberi professionisti. #VanghePuliteGIFT (Great Italian Food Trade). 1.4.22

(11) Dario Dongo. Germina Campus, la holding di Coldiretti che specula sugli agricoltori. #VanghePuliteGIFT (Great Italian Food Trade). 13.6.21

(12) Dario Dongo. AgriCorpoFiasco, Federconsorzi 2, Agriconfidi. Il collasso della ‘piramide di Gesmundo’GIFT (Great Italian Food Trade). 17.12.22

+ posts

Dario Dongo, avvocato e giornalista, PhD in diritto alimentare internazionale, fondatore di WIISE (FARE - GIFT – Food Times) ed Égalité.

Articoli correlati

Articoli recenti

Commenti recenti

Translate »