Expo Milano 2015

vincere il caldo con il cibo

vincere il caldo con il cibo

Vincere il caldo con il cibo giusto

La corretta alimentazione è il primo rimedio contro le ondate di calore. In occasione di ‘Estate sicura, come vincere il caldo‘, evento organizzato nello spazio Donna a Expo Milano il 14 luglio 2015, lo ha ricordato il ministero della Salute, la prima istituzione sanitaria in Europa a prevedere, dal 2004, un Piano nazionale di interventi per gestire questo tipo di emergenza.

Ecco le raccomandazioni divulgate, particolarmente utili a bambini, anziani e donne in gravidanza.

  1. Bere almeno due litri di acqua al giorno, vale a dire circa 8 bicchieri, per recuperare i liquidi persi con la sudorazione. Moderare, se possibile eliminare, le bevande alcoliche e quelle analcoliche zuccherate.
  2. Rispettare l’orario e il numero dei pasti. In particolare, non trascurare la prima colazione, che segue il lungo digiuno notturno e fornisce energia per iniziare bene la giornata.
  3. Aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione (almeno 400 grammi, secondo l’OMS) e yogurt. 
  4. Preparare i piatti con fantasia, anche variandone i colori, che sono il segno della presenza di sostanze antiossidanti.
  5. Moderare il consumo di pietanze elaborate e ricche in grassi, sia per controllare l’apporto calorico, le cui necessità d’estate si riducono, sia per privilegiare metodi di cottura che preservano minerali e vitamine naturalmente presenti negli alimenti.
  6. Preferire cibi freschi, facilmente digeribili. Aggiungere un frutto a fine pasto, specie quando si mangia ‘al sacco’.
  7. Come alternativa al pranzo, consumare un gelato o un frullato al latte. Senza sottovalutarne l’apporto calorico, da inquadrare nel bilancio della giornata.
  8. Evitare i pasti completi di primo, secondo e contorno, specie quando durante le vacanze si mangia in albergo. Preferire i piatti unici, bilanciati in nutrienti. Come pasta e legumi o verdure, oppure pesce, carne o uova con verdure.
  9. Consumare poco sale, scegliendo quello iodato (5 grammi al giorno), che favorisce la corretta funzionalità della tiroide. Gli ipertesi devono invece consumare sale iposodico o asodico.
  10. Curare le modalità di conservazione degli alimenti, in particolare per quelli soggetti alla catena del freddo, usando sempre borse termiche in caso di pasti all’aperto, per esempio in occasione di un pic-nic o per una giornata al mare. Una prolungata permanenza in frigorifero sfavorisce l’integrità delle caratteristiche nutrizionali degli alimenti e può favorire una contaminazione da microrganismi. Ancora una volta, consumare cibi freschi.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento