Expo Milano 2015

expo agricoltura

expo agricoltura

Expo agricoltura, pratiche biologiche per il futuro

Expo e agricoltura biologica, un ramo della Esposizione Universale 2015 che pone le basi per una nuova discussione riguardante il tema di fame e malnutrizione nei paesi in via di sviluppo. Expo e agricoltura sono due parole chiave per salvaguardare il cammino dell’umanità. L’Italia è leader mondiale per l’approccio biologico alle coltivazioni e i ben 8500 mq dedicati da Expo 2015 a questo settore ne esaltano il primato. 

Tuttavia la pratica biologica potrebbe essere altro, non si tratterebbe solo di non impiegare risorse chimiche, lo sostiene un agronomo francese, Jacques Caplat. Secondo lo studioso, citato anche nel dibattito di Expo, agricoltura biologica è una reale “organizzazione agricola“, come da definizione di Ehrenfried Pfeiffer (1899 – 1961) in cui l’uomo mette a dimora più colture nello stesso campo e alleva animali adattati all’ambiente. Gli studi compiuti dalla scuola di agronomia di Rennes dimostrerebbero il successo di questa idea, che riuscirebbe a produrre quasi il doppio del cibo di quella convenzionale.

Il modello di agricoltura industriale imposto dai colossi agro-chimici, all’opposto, prevede impianti unici di varietà selezionate per la produzione (“irreali” per il consulente agricolo), aziende specializzate e guidate da sistemi altamente meccanizzati.

Informazioni sull'autore

Aggiungi commento

Clicca qui per scrivere un commento