Etichette

Per misurare l’impatto

Per misurare l’impatto

Chiara e affidabile. È la nuova Etichetta ambientale che misura l’impatto globale sull’ecosistema dei prodotti alimentari e non. Il progetto è stato presentato a metà febbraio, a Milano, a WiGreen, il primo Forum internazionale sulla sostenibilità, e nasce dalla collaborazione tra Sprim Italia e l’Università Cattolica di Piacenza e Cremona.
L’Etichetta ambientale si caratterizza per la completezza delle informazioni destinate al consumatore. L’Indice generale è completato da altre tre schematiche indicazioni su Aria, Acqua e Suolo, vale a dire su emissioni di gas serra, consumo idrico e sfruttamento delle risorse.
Gli indici si riferiscono all’intero ciclo di vita del bene (secondo lo standard Iso 14040/14044): l’estrazione delle materie prime, la lavorazione, la distribuzione al punto vendita e lo smaltimento dell’imballaggio. I valori di sintesi sono espressi come percentuale del peso medio giornaliero di un europeo. Un prodotto etichettato con Impatto di 0,2, per esempio, corrisponde al 20% del carico sull’ecosistema impresso da un cittadino comunitario in una giornata-tipo.