HomeConsum-attoriStop all’insetticida cipermetrina. Pan Europe si appella alla Corte di giustizia

Stop all’insetticida cipermetrina. Pan Europe si appella alla Corte di giustizia

PAN Europe (Pesticide Action Network) continua la battaglia contro l’autorizzazione della cipermetrina – insetticida tossico per le api e gli organismi acquatici, sospettato di agire come interferente endocrino – e per la prima volta porta il caso di fronte alla Corte di giustizia europea. (1)

Cipermetrina, tossicità evidente

La cipermetrina è un piretroide sintetico usato come insetticida. È ammessa all’uso in agricoltura dal 2006 ed è presente anche nelle bombolette spray per uso casalingo come insetticida contro mosche e zanzare.

Secondo la classificazione armonizzata dell’Unione Europea

– ‘è tossica per ingestione, 

– è molto tossica per gli organismi acquatici, 

– è molto tossica per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata, 

– può provocare danni agli organi in caso di esposizione prolungata o ripetuta e 

– può causare irritazione respiratoria’. (ECHA). (2)

Approvazione rinnovata nonostante i timori di EFSA

La Commissione europea ha rinnovato l’autorizzazione alla cipermetrina ‘come sostanza candidata alla sostituzione’ fino al 31 gennaio 2029 (Reg. (UE) 2021/2049. (3)

La decisione è stata tuttavia assunta sorvolando sul principio di precauzione, evidenzia PAN Europe. La Commissione ha infatti ignorato le conclusioni di EFSA, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, che evidenziano lacune di dati per la valutazione della pericolosità della sostanza.

Le lacune sottolineate da EFSA

EFSA nel 2018 ha emesso un primo parere per valutare la pericolosità dell’alfa-cipermetrina sulla base degli usi rappresentativi su cereali, lattuga, colza, cavoli a foglia, cetrioli e zucchine. È stata riconosciuta alla sostanza un’attività endocrino mediata, ma la insufficienza dei dati forniti dall’azienda produttrice non ha permesso una valutazione delle potenzialità di interferente endocrino nei mammiferi.

La mancanza di dati ha impedito anche una valutazione del rischio alimentare per i consumatori conseguente alla presenza di residui sulle colture. Se non sono stati individuati problemi cronici relativi all’assunzione utilizzando i limiti massimi residuali (LMR) per gli usi rappresentativi, è stata però riscontrata una preoccupazione acuta per l’assunzione di cetrioli, zucchine, cavoli ricci e lattughe nei bambini di Olanda, Regno Unito e Germania.

Rischi elevati sono stati evidenziati per gli organismi acquatici e per una serie di scenari di acque superficiali. Mancano però i dati per valutare il comportamento dei residui della sostanza attiva e dei metaboliti quando sono presenti nell’acqua superficiale che percola e viene estratta come acqua potabile.

EFSA conclude il suo parere affermando la necessità di adottare misure di mitigazione del rischio per raggiungere un basso rischio per gli organismi acquatici, le api mellifere e gli artropodi non bersaglio. (4)

Dubbie misure di mitigazione del rischio

La Commissione europea ha quindi chiesto a EFSA un parere circa la possibilità di individuare un utilizzo dell’insetticida che ne mitighi gli effetti rischiosi per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi.

L’Authority conclude che

– un basso rischio per gli organismi acquatici può essere raggiunto solo se la mitigazione va oltre il 95%.

– un basso rischio per le api può essere ottenuto irrorando il pesticida nei periodi in cui non sono presenti fiori nel campo

– un’ulteriore misura di mitigazione è la previsione di una zona cuscinetto di 133 m di larghezza nei campi di cereali.

La stessa EFSA, tuttavia, dichiara che tali misure sono di difficile applicazione da parte degli agricoltori e non vi è prova della loro efficacia. (5)

Le accuse di PAN EU

L’ONG PAN Europe ha intrapreso una prima azione legale nel 2022 contro la decisione della Commissione europea di riapprovare la cipermetrina nonostante la valutazione del rischio presentata da EFSA fosse incompleta.

Il Tribunale dell’Unione Europea (in primo grado) il 21 febbraio 2024 ha però respinto il ricorso.

Questa sentenza non incoraggia l’EFSA a rispettare gli standard legali e scientifici quando pubblica le sue conclusioni sui pesticidi. Potrebbe dare un incentivo all’industria dei pesticidi a fornire dossier incompleti sulla genotossicità o tossicità per l’ambiente’, ha commentato Salomé Roynel di PAN Europe.

Appello alla Corte di Giustizia, un evento storico

La combattiva PAN Europe ha dunque presentato appello alla Corte di Giustizia dell’UE. Un evento storico. È infatti la prima volta che una ONG ha accesso alla Corte di Giustizia in una causa inerente l’approvazione dei pesticidi. (6)

Il riconoscimento di questo diritto è il risultato di una lunga battaglia, iniziata nel 1998, quando la Convenzione di Aarthus ha riconosciuto il diritto al pubblico di impugnare le decisioni contrarie alle normative ambientali, e conclusasi nel 2021, quando il diritto è stato applicato.

Ben 23 anni di lotta per permettere oggi a PAN Europe di chiedere alla più alta Corte europea che venga garantito la protezione della salute umana e dell’ambiente. E che venga rispettato il principio di precauzione, che Commissione europea e Stati membri troppo spesso piegano a favore degli interessi dell’agrochimica e agribusiness.

Alessandra Mei

Note

(1) PAN Europe. PAN Europe appeals the General Court judgment on the EU re-approval of endocrine-disruptor cypermethrin. 2.5.2024 https://www.pan-europe.info/press-releases/2024/05/pan-europe-appeals-general-court-judgment-eu-re-approval-endocrine-disruptor

(2) ECHA https://echa.europa.eu/it/substance-information/-/substanceinfo/100.110.015

(3) Regolamento di esecuzione (UE) 2021/2049 della Commissione del 24 novembre 2021 che rinnova l’approvazione della sostanza attiva cipermetrina come sostanza candidata alla sostituzione, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari, e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione (Testo rilevante ai fini del SEE). Eur-Lex https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX:32021R2049

(4) EFSA (2018) Peer review of the pesticide risk assessment of the active substance alpha-cypermethrin. EFSA JournalVolume 16, Issue 9 e05403. Doi: https://doi.org/10.2903/j.efsa.2018.5403 

(5) EFSA (2019) Statement on risk mitigation measures on cypermethrin. EFSA JournalVolume 17, Issue 10 e05822. Doi: https://doi.org/10.2903/j.efsa.2019.5822 

(6) PAN Europe. First ever case against pesticide permit in highest EU Court. 7.5.2024 https://www.pan-europe.info/blog/first-ever-case-against-pesticide-permit-highest-eu-court?fbclid=IwZXh0bgNhZW0CMTAAAR1sHNDf_YCM4fd5uaXlSn8y3-kD4n98uoq9xf-RzH6fSTg3yFPFHwaNpcE_aem_ATQJXaO2AHE8SiF-tTMeZc2udm6H_gZ1FeLl4tt70syQMBv_S7CzmfxupBjjvgqPMmSNhJih-yTAsdXCiY9m6qgY 

Alessandra Mei
+ posts

Laureata in Giurisprudenza all'Università di Bologna, ha frequentato il Master in Food Law presso la stessa Università. Partecipa alla squadra di WIISE srl benefit dedicandosi ai progetti europei e internazionali di ricerca e innovazione.

Articoli correlati

Articoli recenti

Commenti recenti

Translate »